I social sono il palco dove esibire le nostre vite, dove tutti sembriamo perennemente felici e dove pare ci sia spazio solo per soddisfazioni, amore, amicizia. La vita vera è un’altra cosa e include anche momenti di sconforto e di dolore: il fatto che non si vedano sui social, non deve far pensare che non ci siano. Spesso si tende a pensare che le celebrities, impegnate tra sfilate e serate di gala, eventi mondani e concerti non conoscano tristezza, non conoscano delusione o solitudine. Per questo Bella Hadid, una delle modelle più richieste e pagate al mondo, ha voluto condividere uno spaccato della sua quotidianità che nessuno immaginerebbe.

Bella Hadid e la malattia di Lyme

Come sua madre e suo fratello anche Bella Hadid soffre della malattia di Lyme, una malattia infettiva difficile da individuare che le è stata diagnosticata quasi 10 anni fa. Deve farci i conti tutti i giorni, ci deve convivere: la malattia non fa pause, neppure durante le sfilate. Anche quando è a lavoro per lei è importante portare avanti le sue cure e per questo ha voluto lanciare un messaggio importante ai suoi follower. Ha condiviso uno scatto che la immortala mentre è al trucco prima di un impegno e contemporaneamente è attaccata a una flebo, per dire che la vita non è sempre facile come potrebbe sembrare dall’esterno.

Nessuna vita è perfetta

Siamo abituati a vederla sfilare o a vederla posare davanti alla macchina fotografica, bellissima e acclamata: sì, Bella Hadid è una super modella, ma non significa che la sua vita non conosca ostacoli o difficoltà. Non è stato facile per lei mostrarsi sui social, ai suoi quasi 40 milioni di follower, in un momenti di fragilità, che però ci fa capire quanto sia “umana” anche lei. Ha pubblicato una foto scattata durante una terapia endovenosa, fatta in sala trucco prima di un impegno di lavoro. Della sua malattia ha sempre parlato apertamente, aveva già detto di soffrire spesso di forti dolori articolari e di altri effetti collaterali spiacevoli, con cui ha imparato a convivere. Parlare di malattia e mostrarla è il suo modo per sdoganare un tabù, per far capire che nessuna vita è perfetta: è tale solo a un occhio superficiale esterno.