Bebe Vio non si ferma mai, è una vera e propria forza della natura, sprizza energia da tutti i pori e anche quando parla riesce a catturare l’attenzione con la sua energia incontenibile. Campionessa di scherma, ha sempre amato lo sport fin da bambina e ha continuato a praticarlo con tenacia anche dopo che una meningite le fatto perdere gambe e braccia. Ha continuato con tenacia ad allenarsi per raggiungere i suoi obiettivi, ha conquistato medaglie su medaglie tirando di scherma e recentemente ha messo su un progetto chiamato Fly2Tokyo per far conoscere le storie di altri ragazzi sportivi come lei, altri ragazzi che nonostante la disabilità non si sono fermati, un team di giovani atleti che hanno perso gli arti e che si allenando con tenacia per raggiungere un obiettivo: le Olimpiadi di Tokyo.

Bebe Vio come la sirenetta nuota in piscina

Ora Bebe Vio sembra lanciarsi in una nuova sfida sportiva, il nuoto, e lo comunica al mondo sui social con la sua solita ironia e simpatia. Bebe non ci pensa neanche ad andare in vacanza e mettere da parte lo sport: su Instagram ha pubblicato un video subacqueo in cui la si vede con costume olimpionico, cuffia e occhialini mentre nuota in piscina. Ad accompagnare il video una didascalia divertente che fa sorridere, in cui spiega che durante il suo secondo allenamento in piscina si è sentita proprio il come la sirenetta del cartoon Disney. Poi continua: “Solo che poi a lei, una volta uscita dall’acqua, le sono cresciute le gambe. Domani ci provo e vi faccio sapere se capita!”. E chiude con le emoji di una sirena, delle onde del mare e della protesi di una gamba.

Bebe e la bellezza dell'ironia

La bellezza di Beve Vio è proprio questa usa il sorriso e l'ironia sempre. E' una ragazza solare e allegra che fa dell’ottimismo uno stile di vita. Bebe raccoglie tutte le possibilità che il mondo le offre e lo fa sempre con il sorriso, certa che allegria e ironia possono essere gli ingredienti per una vita migliore. Magari la ritroveremo in piscina alle prossime Olimpiadi, magari con una medaglia al collo, perché quando la Vio si mette qualcosa in testa difficilmente demorde.