Terry Mango è una donna di Stoccolma ed è diventata nota grazie al figlio Liam, il bambino di colore di 5 anni protagonista della controversa campagna pubblicitaria di H&M, quella in cui indossa la felpa verde con la scritta "La scimmia più cool della giungla". Nei giorni scorsi sono stati moltissimi gli utenti del web che hanno definito quel capo razzista e inopportuno, addirittura anche il cantante The Weeknd, che ha più volte firmato delle capsule collection per il colosso della moda svedese, ha manifestato la sua indignazione, costringendo il brand a ritirare sia la pubblicità che il prodotto.

Viste le innumerevoli polemiche che ancora oggi si leggono sui social, la mamma del bimbo si è vista costretta a intervenire con una serie di post pubblicati su Facebook e riportati sul DailyMail. La donna ritiene che il putiferio che si è venuto a creare sia assolutamente inutile e che le critiche dovrebbero chiudersi qui, visto che si è trattato semplicemente di un errore per cui il marchio ha "pagato" duramente in termini di immagine, scusandosi pubblicamente.

"Sono la mamma e questa è uno dei centinaia di abiti con cui mio figlio ha posato, smettetela di piangergli addosso, è una cosa inutile, superatela", ha affermato la donna. La cosa però non le ha permesso di raggiungere l'effetto sperato, anzi sono stati moltissimi coloro che non hanno capito il motivo per cui è intervenuta, facendo anche dei commenti razzisti, tanto che lei stessa ha dichiarato: "Non puoi provare a difendere mio figlio e usare le stesse parole per descrivermi". Insomma, la signora Mango vuole che non si continui a parlare ulteriormente del figlio, si tratta di un capitolo chiuso che può essere dimenticato.