Barbie è la bambola più amata al mondo, è nata nel 1959 dall’idea di Ruth Handler e da allora è diventata un giocattolo iconico presente nelle camerette di tutte le bambine. Con le sue 155 carriere, non c’è nulla che non abbia fatto ed è proprio per questo che spesso viene vista come una vera e propria fonte d’ispirazione.

Lo scorso 9 marzo, in occasione del compleanno della famosa bambola, è stata organizzata la prima edizione dei Barbie Awards con la quale si sono volute premiare le donne che hanno creduto nelle loro potenzialità, riuscendo a realizzare i loro sogni. La Pina, Syria, Stella Jean, Chiara Maci, Carlotta Ferlito e Chiara Nasti sono le sei personalità del mondo dello sport, della musica e dello spettacolo che sono state onorate con delle Barbie a loro dedicate durante la serata. L’evento è stato organizzato in collaborazione con “Bet She Can”, la fondazione italiana che ha l’obiettivo di infondere determinazione e coraggio alle ragazze in età preadolescenziale, che ha lanciato anche l'iniziativa #puoiesseretuttociòchedesideri.

Lo scopo dei Barbie Awards è stato infatti celebrare le donne che sanno essere innovative, intraprendenti, creative ed una fonte d’ispirazione per coloro che non intendono rinunciare ai propri desideri. E' proprio grazie a Barbie che tutte le bambine possono immaginare di diventare ciò che sognano e che vengono incitate a non rinunciare alle proprie ambizioni. La bambola iconica dai capelli biondi e gli occhi azzurri, che da pochi mesi è diventata una donna "normale", non è solo un giocattolo ideato per far divertire le più piccole, ma è capace anche di stimolare la loro fantasia, con la speranza che riescano a sognare un futuro grandioso.