Avere una barba lunga e curata, in perfetto stile hipster, viene considerato negli ultimi tempi un simbolo di virilità e di mascolinità, come dimostrano anche le star, che sembrano non poter fare a meno di questo look “trascurato”. Sono moltissimi i ragazzi che per essere più sexy decidono di non radersi e di portare una barba incolta.

In questo modo “fingono” di essere trasandati e maledetti, ma la realtà è che la curano proprio come le donne fanno con i loro capelli. Brutte notizie, però, per i maniaci dell’igiene. La loro barba folta diventa il nido ideale di innumerevoli batteri. A dimostrarlo è uno studio pubblicato sulla rivista "Anaestesia", che ha esaminato le mascherine chirurgiche utilizzate dai medici per capire se coloro che avevano la barba attiravano più batteri. Anthony Hilton, capo del dipartimento di biologia dell'Aston University, che ha condotto la ricerca, ha dichiarato: "Dai risultati è emerso che gli uomini con la barba ospitano sul viso un numero significativo di batteri, molti più degli uomini senza barba e delle donne, circa 20mila".

Alcuni specialisti ritengono che sono molti i pericoli che si incorrono nel portare una barba lunga. Man mano che cresce infatti tende ad arricciarsi e in questo modo intrappola facilmente lo sporco. Si rischia dunque di incappare in infezioni della pelle oppure di trasferire con facilità alcuni germi pericolosi, come lo stafilococco quando si ha il raffreddore. Secondo altri, però, la barba non causerebbe gravi danni alla salute. Hugh Pennington, professore emerito di batteriologia all'Universita di Aberdeen, ha infatti affermato: “Quelli della barba sono gli stessi batteri della pelle e non sono problematici o un rischio per la salute".