Lo scrub è considerato un ottimo rimedio per purificare la pelle eliminando le cellule morte: dopo l'escoriazione infatti l'incarnato è più luminoso e la pelle morbida e levigata ma bisogna fare attenzione alle tipologie di scrub scelte.

Quando si effettua uno scrub troppo aggressivo infatti, il rischio è quello di rovinare la pelle: invece di renderla morbida e di eliminare le cellule morte può diventare secca e irritarsi. Maria Grazia Caputo, medico estetico, afferma infatti che “Lo scrub dovrebbe essere effettuato mediamente una volta al mese, possibilmente scegliendo  tecniche di esfoliazione molto delicate, con sostanze non schiumogene che non seccano la pelle. Sbaglia chi pensa che sia necessario farlo spesso, ad esempio una volta a settimana, per mantenere la pelle più giovane. Al contrario in questi casi si possono ottenere effetti contrari a quelli desiderati soprattutto se si è in presenza di pelli particolarmente sensibili o iperreattive o con cuperose. La cute infatti può risentire molto negativamente dell’uso frequente di scrub in quanto potrebbe accentuarsi la tendenza al rossore”

Per essere certa di utilizzare uno scrub delicato puoi crearlo direttamente a casa tua con ingredienti naturali. Così come per gli scrub corpo naturali infatti, gli scrub viso fai da te sono facili e veloci da realizzare: per esempio puoi miscelare un cucchiaino di yogurt greco a uno di succo di limone e aggiungere un fine mezzo cucchiaino di zucchero di canna che avrà la funzione dei microgranuli esfolianti. Massaggia il tutto sul viso e risciacqua con acqua tiepida. Puoi anche creare un scrub viso con lo zucchero e l'olio di mandorle, che grazie alle sue proprietà idratanti renderà la pelle morbida e vellutata: miscela un cucchiaio di zucchero con un cucchiaio di scorza di limone e aggiungi infine due cucchiai di olio di mandorle. Mescola il tutto per renderlo omogeneo e massaggialo delicatamente sul viso prima di risciacquare con acqua tiepida.