A chi non è mai capitato di impostare la sveglia prima di andare a dormire e di risvegliarsi nel bel mezzo della notte con la paura che qualcosa potesse essere andato storto, così da non farla funzionare? E' una forma di ansia molto più comune di quanto si possa credere, sono moltissimi coloro che hanno paura di non svegliarsi al mattino e di fare tardi a lavoro ma la cosa non fa altro che provocare diversi problemi alla salute. Il motivo? Ci si carica di stress e ci si ritrova a vivere in preda all'ansia per tutta la notte.

L'ansia da sveglia provoca stress

Secondo uno studio della Sleep Coach australiana Elina Winnel, sono moltissime le persone che soffrono di "ansia da sveglia", cioè che si svegliano in piena notte solo per controllare di aver impostato nel modo giusto la sveglia, così da avere la certezza di non fare tardi il giorno dopo. La cosa, però, provoca non poco stress, disturbando il sonno e causando altri conseguenti problemi di salute, visto che dormire male può avere delle forti ripercussioni sull'organismo. Per evitare che succeda, sarebbe bene tenere il telefono lontano dal letto oppure non avere una sveglia "a vista", così da non provare la tentazione di guardare in continuazione l'orario. Come se non bastasse, si possono seguire una serie di espedienti per stimolare il sonno e per alleviare la tensione prima di andare a dormire. E' fondamentale, inoltre, non auto-definirsi "insonni", a meno che non si vogliano aumentare le proprie preoccupazioni e frustrazioni. Insomma, l'ansia da sveglia può essere combattuta, basta rilassarsi e non essere ossessionati dalle ore di sonno che si hanno davanti.