I cibi antinfiammatori sono tutti quegli alimenti che si possono portare in tavola per contrastare le infiammazioni: olio extravergine d'oliva, frutti rossi, cereali e non solo. Si tratta perlopiù di cibi che possiamo introdurre quotidianamente nella nostra dieta come agenti preventivi verso quelle parti del corpo più facilmente soggette ad infiammazioni. In generale, un'alimentazione che prevede il consumo di frutta e verdura di stagione e di cereali integrali, può già fare tanto. Possiamo però fare ancora meglio, introducendo una serie di alimenti che hanno la capacità di regolare nel nostro corpo, in modo naturale, i processi anti-infiammatori. Bisogna inoltre stare attenti anche a quegli alimenti che possono peggiorare l'infiammazione, come ad esempio zuccheri e latticini. Ecco allora gli 8 cibi antinfiammatori da inserire nella propria dieta, e quali invece è meglio evitare.

Cosa sono le infiammazioni e perché è meglio combatterle a tavola

Le infiammazioni sono un meccanismo di difesa messo in atto dal nostro corpo quando, una o più parti di esso, sono colpite da un danno provocato da agenti fisici, come i traumi; da agenti tossici, come virus e batteri; da agenti chimici, come sostanze acide. Per combattere le infiammazioni si utilizzano solitamente antinfiammatori di sintesi, cioè farmaci, per riportare in poco tempo l'organismo in condizioni di normalità. In molti casi però può esserci un abuso di questi farmaci che possono causare assuefazione e peggiorare la situazione: agiscono infatti direttamente sullo stomaco, irritandone la mucosa, e per il fegato diventa difficile smaltirli. Inoltre, possono danneggiare anche reni e intestino. Per questo è consigliabile combattere le infiammazioni a tavola, ottima soluzione soprattutto per fare prevenzione, evitando di ricorrere poi a medicinali che,a lungo andare, peggiorano la situazione. Ecco allora quali sono i cibi antinfiammatori da inserire nella propria dieta.

1.Frutti rossi per chi soffre di artrite

I frutti rossi sono ricchi di polifenoli, che combattono i radicali liberi, inoltre contengono un alto contenuto di vitamine, soprattutto vitamina A e vitamina C. Quindi sì a fragole, more, lamponi, mirtilli e amarene: queste ultime, in particolare, sono molto indicate per chi soffre di artrite e sono indicate anche per chi pratica sport: sottoponendo lo scheletro, le articolazioni e i tendini a continue sollecitazioni, possono infatti combattere lo stress fisico. I frutti rossi hanno inoltre proprietà disinfettanti, depurative, antiossidanti e astrigenti.

2.Spezie ed erbe aromatiche ottimi antiossidanti

Via libera in cucina all'utilizzo di salvia, timo, rosmarino, origano e soprattutto di cannella, zenzero e curcuma, cibi antinfiammatori per eccellenza. In particolare, lo zenzero, può essere paragonato ai farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), grazie alla sua capacità di contrastare in modo efficace le infiammazioni. È, inoltre, un valido antiossidante, ottimo contro reumatismi, dolori articolari. La curcuma, invece, agisce in modo naturale grazie all'attività antinfiammatoria della curcumina, principio attivo presente nella spezia. La curcuma sarebbe ottima anche per curare il colon irritabile e l'ulcera gastrica, in quanto non è gastrolesiva, e del morbo di Alzheimer.

3.Verdure a foglia verde scuro combattono l'acidosi

Tutti i vegetali che appartengono alla famiglia delle crucifere, in generale quelli a foglia verde, come gli spinaci che contengono minerali alcalinizzanti che sono capaci di riequilibrare il pH dell'organismo evitando l'acidosi, che è un fattore scatenante di molte infiammazioni. Anche i carciofi non possono mancare: contengono cinarina, che aiuta a favorire la digestione.

4. Tè verde stimola il metabolismo

Il tè verde è un ottimo antiossidante, che stimola l'attivazione del metabolismo e si rivela utile nelle diete ipocaloriche, grazie anche alla presenza di polifenoli che lo rendono un ottimo alimento brucia grassi.  Inoltre, il tè verde, è considerato un valido antisettico e un antinfiammatorio naturale: regola la pressione del sangue e migliora la circolazione, aiutando anche a combattere il colesterolo.

5.Semi di lino per combattere i dolori reumatici

I semi di lino contengono Omega 3 e agiscono contro le infiammazioni, soprattutto quelle legate alle articolazioni: aiutano infatti in caso di dolori reumatici, ma sono utili anche per combattere infiammazioni come la cistite, ma anche dermatiti e mal di gola. Inoltre. e semi di lino, aiutano anche a rinforzare il sistema immunitario. Potete aggiungerli nelle insalate, nei frullati ecc…: ricordate però che bisogna sempre prima tritarli per migliorarne l'assorbimento da parte dell'organismo.

6.Cereali integrali ad azione rinfrescante per l'organismo

I cereali integrali sono ottimi antinfiammatori, sulla nostra tavola non dovrebbero quindi mai mancare orzo, grano, farro, riso, segale, avena e grano saraceno: è importante che siano integrali, perché ricchi di ferro, fosforo, minerali e vitamine del gruppo B che mantengono stabili i valori della glicemia. In particolare, il riso, svolge un'azione rinfrescante e disintossicante ed è una valida alternativa per tutte quelle persone che non possono consumare cereali che contengono glutine.

7.Olio extravergine d'oliva

L'olio extravergine d'oliva è un elemento fondamentale della dieta mediterranea, si tratta di un alimento davvero prezioso che agisce anche come antinfiammatorio naturale grazie all'oleocantale, elemento che svolge sull'organismo la stessa azione dell'ibuprofene, principio attivo su cui si basano numerosi farmaci antinfiammatori. Molto utili anche l'olio di canapa e l'olio di lino, che svolgono un'altrettanto efficace azione antinfiammatoria sul nostro organismo,

8.Olio di pesce ricco di Omega 3

L'olio di pesce è una della maggiori fonti alimentari di Omega 3, elemento che aiuta a diminuire l'infiammazione e il dolore. Svolge inoltre un'azione benefica sul sistema immunitario riducendo le infiammazioni di circa il 40% e riducendo il livello dei trigliceridi. Per questo l'olio di pesce, insieme al pesce azzurro, quindi sgombro, sardine, aringhe, ma anche salmone, è un valido alleato contro le malattie infiammatorie come artrite e artrite reumatoide, e dolori articolari in genere.

9.Ananas per combattere la cellulite

L'ananas è un frutto molto indicato nel trattamento dei processi infiammatori, ciò grazie alla bromelina che funge da antinfiammatorio naturale proteggendo anche lo stomaco. Aiuta a combattere la cellulite, riducendo l'edema e la ritenzione idrica, ma anche altre tipologie di infiammazioni come cistite, gastrite, emorroidi e infiammazioni al colon. Inoltre aiuta anche in caso di ematomi e traumi muscolari.

Gli alimenti che peggiorano l'infiammazione

Quali sono invece gli alimenti altamente infiammatori? Ci sono alcuni cibi che contengono un particolare acido, chiamato acido arachidonico, che svolge un'attività che favorisce le infiammazioni. Gli alimenti che lo contengono sono carne, uova, latticini e formaggi e arachidi, si tratta quindi di cibi ad azione infiammatoria sul nostro organismo. Tra i cibi no ci sono anche zuccheri e carboidrati raffinati, cibi confezionati che contengono additivi, glutammato e conservanti.