Quando si parla di inestetismi del contorno occhi pensiamo per prima cosa ai cerchi scuri che si formano nella zona oculare. Contrastare le occhiaie non è sempre semplice, ma c'è un altro inestetismo che può essere piuttosto fastidioso: sono le borse sotto gli occhi, il rigonfiamento che rende lo sguardo stanco e spento. Compaiono a causa del ristagno dei liquidi ma anche con il passare del tempo, quando la zona inizia a perdere tonicità, oppure quando si hanno poche ore di sonno alle spalle. Come fare per sgonfiare le borse palpebrali in modo rapido ed efficace quando hai poco tempo a disposizione e vuoi ottenere uno sguardo fresco e riposato? Ecco tre trucchi efficaci per contrastare il gonfiore, dalle creme contorno occhi agli impacchi di freddi.

1. Creme e patch

Esistono dei prodotti dedicati al contorno occhi in grado di ridurre il gonfiore che caratterizza questa zona: possono essere creme e sieri dalle formulazioni differenti, oppure i comodissimi patch da applicare nel contorno occhi e lasciare agire. Il Depuff di VeraLab, il brand cosmetico dell'Estetista Cinica, è il roll perfetto se soffri di gonfiore nella zona oculare: un trattamento defaticante e decongestionante per il contorno occhi da applicare grazie al praticissimo roll on. Grazie all' estratto di semi di quinoa stimola la microcircolazione e ridensifica sui tessuti. Da provare anche il GinZing Refreshing Eye Cream to Brighten and Depuff On-the-Go di Origins, una crema arricchita da chicchi di caffè dalle proprietà energizzanti, panax ginseng capace di restituire luminosità ed estratto di magnolia anti infiammatorio per ridurre occhiaie, borse e gonfiori. Scopri nella gallery tutti i prodotti per sgonfiare le borse sotto gli occhi!

2. Impacchi freddi

Il freddo è un valido alleato per contrastare le borse: aiuta a restringere i vasi sanguigni riducendo così il gonfiore. Puoi creare impacchi freddi in diversi modi: tra i più efficaci c'è un rimedio naturale che richiede l'utilizzo di bustine di tè verde. Lasciale in infusione per qualche minuto, poi posizionale nel freezer per circa mezz'ora. Quando si saranno raffreddate appoggiale sugli occhi e distenditi per 15 minuti, cercando di liberare la mente. C'è anche chi al posto delle bustine di tè utilizza cucchiaini di metallo oppure fette di cocomero.

3. Dormire sulla schiena

Anche la posizione che assumiamo durante il sonno può influire sul gonfiore del contorno occhi: sembra che la posizione ottimale per evitare di svegliarsi con gli occhi gonfi sia dormire a pancia in su, sulla schiena. In questo modo i liquidi si accumulano di meno nella zona oculare e al mattino il tuo sguardo sarà fresco e riposato. Se al contrario dormi a pancia in giù, la posizione può favorire l’accumulo di fluidi sotto agli occhi. Attenzione anche al cuscino: se è troppo basso può causare il ristagno dei liquidi nella zona del contorno occhi.