Fare la spesa senza sprechi però non è impossibile, basta un po' di organizzazione cercando di fare acquisti intelligenti senza però rinunciare alla qualità che, soprattutto quando parliamo di prodotti alimentari, è molto importante. Anche se cerchiamo di stare molto attenti al budget da destinare alla spesa, può capitare si spendere più del dovuto magari perché facciamo la spesa in fretta, senza una lista e ciò comporta l'acquisto di prodotti inutili o più cari.Vediamo, allora, come evitare gli sprechi grazie alle etichette private e a consigli e trucchi per risparmiare sulla spesa settimanale anche per i single.

Come risparmiare sulla spesa grazie alle etichette private (private label)

Si può cominciare a risparmiare sulla spesa acquistando prodotti a etichette private o a marchio, li troviamo nei super e ipermercati e sono quelli confezionati con il marchio del supermercato, e che hanno un costo inferiore rispetto a quelle delle marche più note o pubblicizzate. Il prezzo più basso di questi prodotti a marchio non significa minore qualità. Infatti, se leggete le etichette, il più delle volte,  lo stabilimento di produzione corrisponde a quello delle marche più note, inoltre, ingredienti e qualità sono le stesse. La differenza la fa la confezione, che magari sarà più semplice, e i minori costi di pubblicità che non incidono affatto sulla qualità ma che ci permettono di risparmiare anche dai 0,30 ai 0,50 centesimi o più su ogni confezione. Il consiglio è quindi di fare la spesa senza fretta per poter cercare i prodotti a etichette private e confrontarli con quelli di marca.

Cosa leggere dell'etichetta per risparmiare

Ecco un piccolo vademecum per leggere l'etichetta in modo corretto.

  • Leggi il prezzo al kg
  • Ingredienti
  • Stabilimento di produzione
  • ScadenzaPackaging (ultima cosa da osservare perché meno importante rispetto al resto)

Cosa deve contenere l'etichetta a norma UE

  • Elenco degli ingredienti
  • Quantità
  • Denominazione del prodotto
  • Data di scadenza
  • Deve indicare se è biologico
  • OrigineFabbricante e/o importatore
  • Se contiene Ogm
  • Indicazioni nutrizionali e conseguenze sulla salute
  • Valori nutrizionali

Spesa settimanale: consigli per farla senza sprechi

La spesa settimanale al supermercato tocca a tutti ed è il momento che dobbiamo organizzare senza fretta per evitare sprechi. Spesso, infatti, acquistiamo prodotti di cui non avevamo così bisogno o in quantità eccessive, magari per approfittare delle offerte, facendo inutili sprechi. Vediamo quali sono i trucchi e i segreti per una spesa settimanale intelligente per famiglie composte da due o più persone.

  • Preparate una lista: prima di uscire di casa, sarebbe buona abitudine annotare tutti i cibi che mancano, preparando una lista accurata. Saremo sicuri di non dimenticare nulla ed inoltre perderemo molto meno tempo tra gli scaffali del supermercato. La lista dovrà essere scritta da chi si occupa di preparare da mangiare: l'ideale sarebbe avere già chiaro cosa preparare durante la settimana per comprare davvero solo ciò che ci serve soprattutto quando dobbiamo acquistare prodotti freschi come frutta e verdura.
  • Acquistate ingredienti che possono essere riutilizzati: sono quelli che puoi utilizzare per diverse ricette e che non possono mancare in dispensa o in frigo: zucchine, melanzane, patate, pomodori, petto di pollo, prosciutto. Prodotti che con un po' di fantasia possiamo utilizzare per ricette diverse.
  • Seguite le offerte: soprattutto i supermercati, ogni settimana, propongono dei prodotti in offerta. Possiamo approfittarne per fare un po' di provvista di alimenti non deperibili come pomodori in scatola, olio, pasta, tonno, ma anche sapone, bagnoschiuma, dentifricio. Non cadete però nella trappola delle offerte sui prodotti deperibili. Di solito hanno breve scadenza e sono da acquistare solo se intendete consumarle in giornata o il giorno seguente.
  • Comprate prodotti sfusi: sia riguardo ai detersivi ma anche, ad esempio, in merito a frutta e verdura che, se acquistate confezionate costano fino al 30% in più dello stesso alimento comprato singolarmente.
  • Scegliete il supermercato più conveniente: non per forza quello più vicino perché, magari, pochi chilometri più avanti, possiamo trovarne uno più conveniente per il nostro tipo di spesa.
  • Comprate prodotti locali: se ne avete la possibilità, preferite sempre i prodotti locali. Oltre ad avere meno conservanti e ad essere più sani saranno anche ecosostenibili ed economici.
  • Fate un controllo finale: prima di andare verso la cassa, controllate di aver preso tutto quello che vi occorreva. Il 50% della vostra spesa dovrà essere di frutta e verdura.

Spesa settimanale economica per single

I single spendono per la spesa circa il 60% in più all'anno rispetto alle famiglie formate da due e più componenti. Questo anche perché le monoporzioni costano di più, in quanto serve più imballaggio per confezionarle. Anche se, in alcuni casi, è meglio spendere un po' di più per una monoporzione piuttosto che acquistare una quantità maggiore per risparmiare e poi sprecarla. Per risparmiare si possono acquistare porzioni più grandi, ma di cibi che possono essere surgelati in singole porzioni e che possono essere conservati per lungo periodo. Inoltre per risparmiare:

  • Comprate un forno a microonde: che vi permetterà di cucinare in meno tempo e con minor dispendio di energia. Inoltre è ottimo per scongelare le pietanze e si sporcano meno stoviglie.
  • Comprare piccole quantità di cibo deperibile: non vergognatevi di acquistare solo due o tre melanzane, ancora di più che adesso al supermercato possiamo pesare la spesa da soli. Così consumeremo frutta e verdura fresca.
  • Scegliete la carne di secondo taglio: che ha lo stesso valore nutritivo di quella di primo taglio ma costa meno. Andranno bene due o tre fettine, magari da congelare.
  • Non eccedere nell'acquisto di detersivi: e preferite quelli alla spina, acquisterete così solo la quantità che vi serve risparmiando.

Lista della spesa completa

Nelle lista della spesa ci sono ingredienti e prodotti che proprio non possono mancare. Per organizzarvi meglio suddividete la lista per reparti:

  • Reparto salumeria
  • Uova e latticini
  • Frutta e verdura
  • Pescheria
  • Acqua e bibite
  • Scatolame
  • Reparto macelleria
  • Pescheria
  • Pasta e pane
  • Surgelati
  • Dolci e biscotti
  • Detersivi per la casa
  • Detersivi per il bucato
  • Prodotti per corpo e capelli
  • Altro

Ci sono poi prodotti che non possono mancare e che dobbiamo sempre tenere in frigo o in dispensa perché sono utili per preparare più ricette. Ecco quali sono:

  • Condimenti: olio, sale pepe, aceto balsamico.
  • Spezie e erbe: cumino, noce moscata, senape, rosmarino, prezzemolo, aglio, cipolla.
  • Prodotti da dispensa: pasta, riso, farina, zucchero, pangrattato, fecola di patate, passato di pomodoro, patate, lievito per dolci, vanillina, cacao in polvere.
  • Prodotti da frigo: uova, latte, burro, limoni, olive.
  • Frutta secca. noci, mandorle, uvetta.

Affettati (prosciutto cotto, crudo etc…) e formaggi acquistateli in base alla quantità che ci occorre e all'utilizzo che potete farne per preparare diverse ricette.

Lista spesa settimanale intelligente: come organizzarla

Una lista della spesa intelligente si fa basandosi sul menù settimanale, tenendo conto di:

  • Esigenze della famiglia
  • Impegni settimanali (in base ai quali decidere quando fare la spesa)
  • Cosa abbiamo nel congelatore e in dispensa
  • Verdura disponibile

Una volta che avete organizzato il menù settimanale aggiungete alla lista ciò che manca, integrando la spesa con provviste da mettere nel freezer o in credenza, in modo da arrivare alla settimana successiva senza il bisogno di rifare la spesa. Fanno eccezione il pane e il latte fresco che devono essere acquistati più spesso.