La piperina è un alcaloide del pepe nero, una spezia molto utilizzata soprattutto in medicina Ayurvedica grazie alle sue tante proprietà benefiche. La piperina, nello specifico, è una sostanza cristallina che ricopre la parte esterna del pepe e può essere incolore o di un giallo tenue, appartiene alla famiglia delle sostanze "pungenti" e irritanti, così come la capsaicina, componente del peperoncino. La piperina ho proprietà dimagranti soprattutto grazie alla sua azione termogenica che stimola il metabolismo e aiuta a bruciare i grassi, inoltre stimola il transito intestinale, favorisce la digestione e non solo.

I primi studi sulla piperina furono condotti nel 1820 da un chimico danese dell'Università di Copenaghen, Hans Christian Ørsted, che ne isolò la struttura molecolare, anche se nella medicina indiana e cinese veniva già utilizzate per curare alcuni disturbi dell'apparato gastrointestinale (diarrea, costipazione, digestione lenta), malattie cardiache, dolori articolari, gangrena e angina. Ma scopriamo di più sulla piperina e se ci sono delle controindicazioni.

Proprietà e benefici delle piperina.

Vediamo quali sono, nello specifico, le principali proprietà delle piperina utili per il nostro organismo.

Aiuta a dimagrire: la piperina svolge un'azione termogenica che aiuta a bruciare i grassi, favorendo il dimagrimento: esistono infatti in commercio alcuni integratori alimentari a base di piperina, da assumere però solo dopo aver consultato il medico. La piperina già in passato veniva utilizzata per curare disordini metabolici e per rinforzare il sistema gastrico svolgendo un'azione tonificante. La piperina quindi svolge un'azione dimagrante, non solo perché stimola il metabolismo, ma anche perché contrasta la formazione di cellule adipose, accelera la secrezione di succhi digestivi velocizzando la digestione e aiuta a tenere a bada la fame nervosa. Ovviamente la piperina da sola non aiuta a dimagrire ma deve essere associata ad una dieta equilibrata e a movimento fisico costante.

Stimola il transito intestinale aiutando a combattere la stitichezza e favorisce la digestione: la piperina migliora anche il transito intestinale aiutando quindi in caso di stipsi o stitichezza, causata spesso da un carente apporto di fibre, oltre ad agevolare l'assorbimento di importanti nutrienti come il coenzima Q10 e il betacarotene, precursore della vitamina A. La piperina, inoltre, stimola la secrezione gastrica migliorando la digestione.

Agevola l'abbronzatura e aiuta l'umore: favorendo l'assorbimento di betacarotene la piperina stimola la produzione di melanina agevolando l'abbronzatura. Inoltre svolgerebbe anche un'azione positiva sul tono dell'umore aiutando anche a contrastare la depressione in quanto aumenta la produzione di serotonina e dopamina.

Azione antiossidante: la piperina agisce anche come blando antiossidante contrastando l'azione dannosa dei radicali liberi e rallentando l'invecchiamento cellulare, aiutando anche a prevenire il cancro.

Inoltre la piperina svolge un'azione espettorante, antiflogistica, aiutando a ridurre o eliminare l'infiammazione, favorisce il rilassamento muscolare, depura l'organismo, grazie alla sua azione diuretica, ed aiuta a tonificare mente e corpo incrementando i livelli di energia.

Come agisce?

La piperina aumenta l'assorbimento delle sostanze che sono contenute nei cibi grazie all'azione che svolge sulla secrezione gastrica e sul trasporto dei nutrienti. Aumenta quindi la biodisponibilità di molti nutrienti importanti come il coenzima Q10, il betacarotene e la curcumina, principio attivo della curcuma, che svolge un'azione antiossidante, antitumorale, antibatterica e antivirale.

Piperina: dove trovarla e come utilizzarla.

La piperina, come abbiamo detto, è una componente del pepe, quindi vi basterà aggiungerne un pizzico ai vostri piatti per usufruire delle sue proprietà benefiche: non più di 5 mg al giorno. Altrimenti si può trovare in erboristeria sotto forma di integratori, ma è anche contenuta in alcune miscele di spezie per preparare tè o tisane. Queste bevande svolgono un'azione termogenica e aiutano anche a depurare l'organismo. In commercio esistono anche delle creme a base di piperina che sono utili in caso di dolori articolari o muscolari, per sgonfiare le contusioni ma anche per il trattamento della vitiligine.

In quali casi è consigliabile assumerla come integratore?

Gli integratori a base di piperina possono essere consigliati dal medico in caso di carenze di assorbimento, ridotto apporto di nutrienti fondamentali attraverso la dieta o per tenere sotto controllo il peso, soprattutto nei casi in cui c'è bisogno di stimolare il metabolismo.

Controindicazioni delle piperina.

La piperina, assunta tramite il consumo di pepe, non ha effetti indesiderati, a parte in caso di intolleranza: in cucina si utilizza infatti in minime quantità. Per quel che riguarda gli integratori a base di piperina, non devono essere assunti per più di un mese, ed essere poi sospesi per un periodo pari alla durata dell'assunzione. Data l'alta concentrazione di piperina negli integratori se ne sconsiglia l'uso in caso di gastrite, ulcera, emorroidi, ipertensione e reflusso gastroesofageo, inoltre non devono essere consumati in gravidanza e allattamento ed è consigliabile non somministrare integratori a base di questa sostanza ai bambini. In ogni caso, prima dell'assunzione, è necessario consultare il medico.