Ognuno di noi ha un preciso momento della giornata in cui fa la doccia: c’è chi preferisce farla al mattino per svegliarsi, chi invece ama rilassarsi poco prima di andare a dormire, anche se, secondo gli esperti, è necessario non abusare e restare il meno possibile sotto l getto dell'acqua. L’unica cosa certa è che, a prescindere dai consigli medici, ognuno ha le sue abitudini.

Secondo uno studio condotto presso la Harvard University, però, la scelta dell’orario in cui si cura l’igiene personale è capace di influenzare il proprio stato d’animo. In particolare, secondo i dati raccolti, le docce mattutine riuscirebbero a stimolare la creatività di una persona, riducendo lo stress e permettendo di affrontare al meglio le ore lavorative che si hanno davanti, mentre invece le docce serali sarebbero l’ideale per coloro che hanno problemi di insonnia e che non riescono proprio a riposare quando mettono la testa sul cuscino di notte. “Una doccia aiuta a rilassarsi, a rigenerare e rinnovare i processi cognitivi. In questo modo, si presenteranno molte più idee e soluzioni ai problemi”, ha spiegato la dottoressa Shelley Carson, docente di psicologia presso la Harvard University.

Coloro che vogliono sia ridurre lo stress che combattere i problemi del sonno con una semplice doccia possono provare a “movimentare” la propria routine, facendola a volte al mattino, a volte la sera. Per quanto riguarda la temperatura, l’ideale è scegliere dell’acqua non troppo calda calda e il motivo è molto semplice: non viene ridotta l’umidità della pelle e non si eliminano i lubrificanti naturali che tutti abbiamo sul corpo.