Allattare il proprio bambino al seno è il gesto più naturale e dolce al mondo e non dovrebbe mai essere vietato, come invece accade sempre più spesso negli ultimi tempi. Ivette Ivens è una fotografa dell’Illinois che con il suo progetto chiamato “Breastfeeding Goddesses” vuole dimostrare proprio questo. Nei suoi scatti vengono immortalate donne di ogni tipo che tengono i bambini al seno e che somigliano a delle vere e proprie dee che allattano.

Ivette stessa è madre di due figli, uno di 3 anni e uno di 10 mesi, ed raccontato di averli allattati ogni volta che volevano, in ogni luogo, dal mercato, alla chiesa fino ai negozi di alta moda. L’obiettivo della fotografa è quello di ricordare alle persone che portare al seno il proprio bambino è un atto assolutamente naturale, primitivo e protettivo e di conseguenza non dovrebbe essere considerato scandaloso. Ivette ha dichiarato: “Ogni volta che allatto il mio bambino con la camicia sbottonata e capelli disordinati mi sento ancora come una sorta di supereroina”.

Le donne fotografate indossano abiti bellissimi, ma è la luminosità del loro viso a renderle raggianti, come delle vere e proprie fate. Non è il seno scoperto a renderle nude, all’interno degli scatti, al fianco dei loro bimbi, mettono a nudo la loro anima, mostrando la loro interiorità nella dolcezza e nell’amore di un gesto semplice come l’allattamento. “Voglio che la gente guardi una donna che allatta come guarderebbe una gatta che fa lo stesso con i suoi micini. Dimenticate il coprire, il nascondere in un bagno pubblico e i limiti di età. E’ una cosa tra una madre e il suo bambino”, ha affermato Ivette. Il prossimo 3 maggio la donna inaugurerà la sua mostra fotografica “Breastfeeding Goddesses” a Chicago, di cui entro la fine dell’anno sarà disponibile anche il libro.