Dormire bene influenza positivamente il nostro benessere psico fisico. A contribuire a un buon sonno concorrono diversi fattori: giusta alimentazione, un buon materasso, una corretta attività fisica e non solo. Per riposare bene è importante anche conoscere le posizioni giuste e quelle sbagliate per noi, per non ritrovarci con mal di schiena, problemi di circolazione o di stomaco. Scopriamo, allora, quali sono le migliori posizioni per riposare bene e quelle che sono da evitare.

Le migliori e le peggiori posizioni per dormire.

Vediamo ora quali sono le posizioni per dormire più comuni e in quali casi possono far bene o male.

Dormire sulla schiena.

Questa può essere considerata una delle migliori posizioni perché apporta molti benefici: dormire di schiena con le braccia lungo i fianchi è la posizione ideale per salvaguardare il benessere della colonna vertebrale e del collo (l'importante è non utilizzare cuscini troppo alti). Inoltre evita contratture muscolari ed evita il reflusso gastro esofageo. Un'altro beneficio che possiamo trarre da questa posizione è legato alla nostra bellezza: dormire sulla schiena, infatti, minimizza le rughe di viso e seno. Non è la posizione adatta per chi russa o soffre di apnee notturne.

Dormire sul fianco.

La posizione sul fianco evita di accentuare la lordosi lombare e fa bene alla schiena e ha chi ha problemi di reflusso (soprattutto sul lato sinistro perché lo stomaco nella giusta posizione per digerire bene).' inoltre aiuta a russare meno e migliora la circolazione. Tra i lati negativi di questa posizione c'è che può causare dolori alle anche o alle spalle e accentua le rughe di viso e seno.

Dormire a pancia in giù.

È le posizione meno adatta, soprattutto per collo e schiena, perché crea tensioni a livello lombare e cervicale in quanto la testa resta piegata per molte ore da una sola parte. Inoltre accentua le rughe di viso e seno. È l'ideale solo perché fa russare di meno.

Come dormire in gravidanza.

La migliore posizione per le donne in gravidanza è quella sul lato in posizione fetale, con le gambe leggermente piegate. Ideale soprattutto negli ultimi mesi di gravidanza quando la pancia è più grossa. L'ideale sarebbe anche mettere un cuscino dietro la schiena e uno davanti per garantire un maggiore comfort. Dormire sul fianco riduce anche il rischio di emorroidi e allevia la nausea nei primi mesi di gravidanza.

Come dormire se si ha il mal di schiena.

Tra le posizioni sconsigliate c'è quella sul fianco, a meno che non siano distese. Se non riuscite a non dormire con le gambe piegate, allora mettete un cuscino tra le ginocchia così da far assumere al bacino una posizione naturale. Anche quella a pancia in giù non va bene perché la schiena si curva eccessivamente, per ridurre questo inconveniente si può mettere un cuscino sotto il bacino. La posizione ideale resta quella a pancia in sù perché la colonna vertebrale resta dritta.

Come dormire bene in coppia.

Le posizioni che si assumono quando si dorme in coppia possono rivelare tanto del rapporto tra due persone. C'è chi dorme rannicchiato sul partner, chi schiena contro schiena, oppure con il viso rivolto nella stessa direzione. In questo caso, più che di posizioni che fanno bene alla salute, parliamo di quelle che fanno bene alla coppia. Secondo una ricerca condotta su un campione di 1100 persone e pubblicata sul sito dell'Edinburgh International Science Festival, in generale: le persone che dormono con le gambe semi piegate, sono più concilianti e disposte al compromesso mentre, chi dorme supino è invece più fiducioso, aperto e espansivo. I risultati in merito alle coppie hanno rivelato che il 42% dorme schiena contro schiena, il 31% nello stesso verso e solo il 4% dorme faccia a faccia. In merito al contatto: il 34% ha contatto mentre dorme, il 12% sta a pochi centimetri e il 2% a distanza. Ebbene, gli studiosi hanno rivelato che, tra le coppie in cui c'è contatto durante il sonno, quelli che si addormentano faccia a faccia sono i più felici e, tra quelli che non si toccano, i più felici sono quelli che hanno il viso nella stessa direzione.