Il ginseng è una pianta perenne che fa parte della famiglia delle Araliaceae, e può arrivare anche ai settanta centimetri di altezza. Ha proprietà terapeutiche ed adattogene, per questo motivo il ginseng è un ottimo antistress e combatte la stanchezza. Inoltre ha importanti proprietà cosmetiche e dimagranti e aiuta a curare il diabete mellito di tipo 2.

Il nome botanico della pianta del ginseng è Panax ginseng che significa “pianta che guarisce tutto”, mentre il nome cinese è Resheng che significa “uomo” e ciò è riferito alla curiosa forma della radice di ginseng. È una pianta che cresce in Asia orientale e nord America e la specie più conosciuta è quella vietnamita. L’utilizzo del ginseng a scopo terapeutico risale a 4000 anni fa quando, l’imperatore cinese Shen, fece approfondire gli studi sulla pianta alla quale furono riconosciute importanti proprietà benefiche e terapeutiche.

Si presenta in fusto con foglie sottili e dentellate e i fiori sono di colore giallo tendente al verde mentre il frutto è viola e lucido e contiene due semi. La radice è la parte commestibile, è rugosa e la sua lunghezza varia dai tre ai venti centimetri. È dura ma ha una sua flessibilità ed ha un sapore piccante e amarognolo.

SOMMARIO

Proprietà e benefici del ginseng
Come e quando assumere ginseng?
Il ginseng rosso, un potente energizzante ed afrodisiaco
Quali sono gli effetti collaterali e le controindicazioni del ginseng?
Curiosità sul ginseng

Proprietà ed effetti del ginseng.

Il ginseng ha proprietà benefiche da ricondurre ai principi attivi in essa contenuti: glicolidi, saponine e fitosteroli, oltre ad essere ricca di vitamina A e E, vitamine del gruppo B e minerali tra cui: fosforo, potassio, calcio, alluminio, ferro, zinco, rame e magnesio. Inoltre è necessario riconoscere le proprietà nutritive del ginseng che possono favorire chiunque, giovani e meno giovani. Vediamo, quindi, per cosa può essere utilizzato

  • Rinforza il sistema immunitario prevenendo così l’insorgere di diverse patologie; il suo uso abituale, naturalmente senza esagerazioni, rigenera forze ed energie.
  • Ha proprietà terapeutiche e adattogene grazie alle quali l’organismo si adatta più facilmente ai cambiamenti ambientali. Ciò apporta particolari benefici a chi lavora in situazioni disagiate o a chi svolge lavori pesanti.
  • Favorisce il rilascio di cortisolo “ormone dello stress”, migliorando la risposta del nostro corpo in caso di stress negativo; per questo motivo il ginseng apporta benefici anche a chi soffre di stanchezza cronica.
  • Previene l’invecchiamento grazie alle saponine e ai ginsenoidi, il ginseng è in grado di rallentare il processo di invecchiamento cellulare. La radice di ginseng, inoltre, aiuta a rivitalizzare l'organismo e ad aumentare il livello di ossigeno all'interno del nostro corpo, garantendo così una migliore circolazione energetica.
  • Ha proprietà cosmetiche: efficace anti rughe grazie agli aminoacidi, vitamine, sali minerali contenuti nella radice del ginseng può avere un effetto anti age, donando elasticità alla pelle e conservando la giovinezza dei tessuti.
  • È un toccasana per i capelli grazie alla sua azione rivitalizzante. Il ginseng viene infatti utilizzato in prodotti che stimolano la ricrescita dei capelli.
  • Previene l'osteoporosi grazie ai sali minerali contenuti al suo interno, la radice di ginseng è in grado di mantenere le ossa in buono stato, combattendo così il rischio osteoporosi che spesso colpisce le donne in menopausa.
  • Ha proprietà dimagranti, il ginseng può anche essere utilizzato per tenere sotto controllo il peso corporeo, ha proprietà di alcune spezie, riduce il rischio di obesità e accelera il metabolismo.
  • Aiuta a curare il diabete di tipo 2 (o diabete mellito) grazie alle sue proprietà ipoglicemizzanti. È stato dimostrato, da uno studio pubblicato sul “Journal of American College of Nutrition”, che il ginseng riduce il livello di grassi nel sangue (iperlipiemia) ed è utile per chi soffre di ipertensione. Il ginseng, infatti, diminuisce gli effetti della glicemia migliorando l'efficacia dell'insulina.
  • Potenzia la resistenza fisica quindi è adatto a chi fa sport perché aumenta le capacità di recupero e migliora la circolazione del sangue. Inoltre è consigliato a chi deve affrontare periodi di convalescenza
  • Stimolante naturale: aiuta la concentrazione e la memoria potenziando le capacità di apprendimento. Adatto a chi deve affrontare intensi periodi di studio o lavoro.
  • Ha proprietà nutrizionali aumentando la sensazione di fame e fortificando le pareti dello stomaco, ciò lo rende adatto a chi soffre di gastrite.
  • Proprietà tonificanti e afrodisiache, migliorando la performance sessuale in quanto stimolerebbe il desiderio sessuale aumentando le prestazione nell’uomo. Il ginseng coreano rosso è consigliato per i loro effetti sull'impotenza maschile.

Come e quando assumere ginseng?

Il ginseng va assunto una volta al giorno, di mattina a stomaco vuoto, per non più di 5 settimane consecutive, evitando di prenderlo nel tardo pomeriggio soprattutto per chi soffre d’insonnia. Quando si hanno patologie particolari è meglio rivolgersi al medico per stabilire assunzione e dosi. Si acquista in erboristeria o farmacia e lo troviamo sotto forma di: estratto molle, capsule, compresse da sciogliere in bocca, preparato per infusi e integratore alimentare.

Come si prepara una tisana tonificante al ginseng?

Per preparare una tazza di tisana al ginseng hai bisogno di 1 cucchiaio di radice di ginseng e miele. Fai bollire l’acqua e dopo lascia in infusione per almeno 5 minuti la radice di ginseng, infine aggiungi il miele per dolcificare e bevila ben calda. Ottima da assumere al mattino a stomaco vuoto.

Il ginseng rosso coreano, un potente energizzante ed afrodisiaco.

Il ginseng rosso è conosciuto anche come ginseng coreano ed è un ingrediente ricco di ginsenosidi. L'assunzione di ginseng può migliorare sensibilmente la vita delle persone limitando soprattutto lo stress grazie alle sue proprietà rivitalizzanti. Si tratta di un ottimo rimedio naturale particolarmente indicato per gli anziani e per tutti coloro che hanno un debole sistema immunitario. Il ginseng coreano è un perfetto energizzante, stimola, infatti, anche le funzioni della memoria migliorando la concentrazione.
Inoltre il ginseng rosso è un antiossidante ed è un ingrediente che può essere introdotto nella dieta anche quotidianamente. Può contribuire alla riduzione degli zuccheri e dei grassi in eccesso nel sangue.

Storicamente, il ginseng è un afrodisiaco naturale in quanto stimola il desiderio e le funzioni sessuali. Nello specifico, il ginseng rosso coreano è come un viagra, migliora l'erezione e guarisce dall'impotenza.

Quali sono gli effetti collaterali e le controindicazioni del ginseng?

Il ginseng ha effetti collaterali anche se, spesso, non vengono menzionati: la controindicazione più comune è quella dell’insonnia, per questo se ne sconsiglia l’assunzione di sera e soprattutto in associazione ad altre bevande eccitanti come tè e caffè. Inoltre il ginseng è controindicato in caso di palpitazioni e tachicardia, ansia, ipertensione, ulcera duodenale, tremori, mal di testa, gravi patologie psichiatriche e non deve essere assunto dai bambini, in gravidanza e allattamento.

Curiosità sul ginseng.

Il ginseng ama l’ombra e cresce meglio in luoghi dove non c’è troppo sole. Si semina in autunno e bisogna aspettare sei anni prima che le radici siano pronte e, una volta raccolte, si lasciano essiccare per un mese. Più l’essiccazione è lunga, più vecchia è la radice e migliore sarà il ginseng.
È possibile trovare in commercio anche il ginseng selvatico anche se è molto raro e ha dei prezzi molto alti che ne rendono proibitivo l’acquisto.
Dato il suo sapore amaro si accompagna spesso a latte o miele.