C'è aria di novità nel colosso spagnolo della moda low-cost, Zara: la nota catena di negozi di abbigliamento ha infatti rivoluzionato il suo logo social, preannunciando alcune piccole novità nella shopping experience dei suoi clienti. Ci sarà sempre l'associazione di colori bianco-nero ma scomparirà la scritta bianca "Zara" su uno sfondo nero. A partire da questo momento, per identificare il brand su Instagram e Facebook verrà usata una semplice Z nera su uno sfondo bianco, mentre al di fuori del mondo virtuale tutto resterà invariato.

Il nuovo logo social di Zara

Zara ha cambiato il suo logo social, dicendo addio alla classica scritta omonima bianca in carattere Helvetica e passando a un'immagine nuova. Si tratta di una "Z" nera su sfondo bianco, realizzata in un carattere decisamente più basic. Ancora una volta il colosso della moda low-cost ha puntato su qualcosa di semplice, non eccessivo e appariscente, in maniera tale da concentrare l'attenzione dei clienti sui prodotti messi in vendita. La rivoluzione è stata rivelata nelle ultime ore sulle pagine social del brand e ha fatto non poco discutere, soprattutto perché proposta contemporaneamente a un'altro logo in verde con accanto il simbolo "+" che si riferisce a un esclusivo servizio di shopping online in realtà aumentata. Le critiche degli utenti sono state moltissime, a dimostrazione del fatto che non vedono di buon occhio il cambiamento.

A cosa si riferisce il logo verde?

Fin dal momento in cui sui profili social di Zara è apparso il nuovo logo, gli utenti del web hanno cominciato a commentare negativamente la scelta della catena di negozi di abbigliamento low-cost. In particolare, sono moltissimi quelli che hanno fatto un po' di confusione, credendo che ora il simbolo del brand sia la scritta su fondo verde con le lettere "A" ed "R" racchiuse in un rettangolo con il simbolo "+" sulla parte laterale.

In verità l'immagine fa riferimento a un nuovo servizio per migliorare la shopping experience per i clienti che intendono fare acquisti online. Presto infatti si potranno "provare" gli abiti in realtà aumentata, restando comodamente seduti a casa, come dimostra anche un breve video condiviso sulle pagine Facebook e Instagram.

Le critiche del web alla scelta di Zara

Gli utenti del web non hanno apprezzato particolarmente la scelta di Zara. A essere finito al centro delle polemiche, in particolare, è il nuovo logo verde che fa riferimento al servizio in realtà aumentata, paragonato spesso a quello di una farmacia o di un veterinario. "No dai, osceno. Pagate qualcuno serio", "Ho pensato fosse il logo della farmacia Zara a Milano", "Il logo vegano?", sono solo alcuni dei commenti che si leggono sotto la foto postata sulla pagina ufficiale del brand.

Anche per quanto riguarda la Z su fondo bianco non sono mancate le polemiche, visto che molti hanno notato una somiglianza al simbolo di Zorro o a una semplice sciabolata. L'unica cosa certa è che per il momento gli utenti appaiono particolarmente confusi, non riuscendo a capire quale sarà il simbolo che prossimamente verrà utilizzato per identificare i negozi della catena low-cost. La verità è che il logo ufficiale non è affatto cambiato, la nuova Z è stata usata solo per sponsorizzare la nuova app per lo shopping online.

Zara è il marchio di abbigliamento e accessori low-cost di proprietà del gruppo spagnolo Inditex ed è stato fondato nel 1985 da Amancio Ortega e sua moglie Rosalía Mera. Conta 2.232 in 93 paesi ed è una delle catene d'abbigliamento più amate al mondo. Il primo store era stato chiamato Zorbain onore del film "Zorba il greco" ma è stato tutto cambiato quando è stato scoperto che esisteva già un bar nella stessa strada che portava lo stesso nome. A partire dal 2005 il colosso è entrato per la prima volta a far parte della lista dei 100 maggiori marchi del mondo proposta dalla rivista "Business Week", classificandosi al 77esimo posto, mentre Amancio Ortega è stato inserito tra gli uomini più ricchi del globo. Da quando ha debuttato nel mondo fashion, però, il brand non ha mai cambiato il suo logo, lasciando invariata la scritta bianca "Zara" sul fondo nero. Con la nuova Z nera su fondo bianco, però, è stata rinnovata l'immagine social dell'azienda, così da sponsorizzare al meglio il nuovo servizio di shopping con realtà aumentata.

Cos'è l'esperienza della realtà aumentata?

A partire dal 12 aprile Zara ha introdotto l'esperienza della realtà aumentata in 5 negozi italiani quello di Milano in Via Torino 2, di Firenze in Piazza della Repubblica 1, di Roma in Via del Corso 189 e presso il Centro Commerciale Porta di Roma, di Marcianise presso il Centro Commerciale Campania. Attraverso questo servizio per le prossime due settimane i clienti potranno servirsi di una tecnologia all'avanguardia per visitare l'interno e l'esterno del negozio e per provare i capi messi in vendita. Il tutto sarà disponibile su dispositivi mobili attraverso l’app Zara Ar, che può essere scaricata tramite una rete Wi-Fi dedicata nei negozi. Si potrà accedere all'esperienza attraverso le vetrine dei negozi, podio in store, utilizzando le scatole dell’e-commerce e attraverso le immagini dedicate su zara.com. In particolare, quando gli smartphone punteranno verso l’immagine di questi elementi, le modelle Léa Julian e Fran Summers prenderanno vita, mostrando i capi della collezione Studio. I look potranno poi essere acquistati facendo clic sull'app oppure direttamente in negozio. Zara ha dunque dimostrato che si può andare oltre il retail convenzionale attraverso l'innovazione, l'ispirazione e la tecnologia.