Un giorno da ricordare per William e Kate e per i fan dei duchi di Cambridge. Era il 9 giugno 2011, esattamente nove anni fa, quando la coppia fece la prima apparizione pubblica in qualità di marito e moglie. Il tanto atteso royal wedding si celebrò il 29 aprile dello stesso anno e fu visto in mondovisione da oltre 2 miliardi di persone. Tutti lì incollati a vedere coronare una fiaba cominciata anni prima e a emozionarci alle parole del principe «Ti amo, sei bellissima». La prima apparizione per i neo sposi avvenne proprio in questo giorno, in occasione del gala per il decimo anniversario dell'ARK, l'Absolute Return for Kids, un'organizzazione benefica che raccoglie fondi per i bambini in giro per il mondo e che si tenne nei giardini di Kensington.

Dal college ai figli: la storia d'amore di William e Kate

William in smoking e papillon, Kate Middleton avvolta in un bellissimo abito di Jenny Packham, arricchito da migliaia di cristalli, e una clutch Prada a completare il look. Erano di ritorno dal loro viaggio di nozze in un'isola privata delle Seychelles, belli, felici e rilassati. Ex compagni di college, ci hanno fatto sognare con la loro storia d'amore e poi anche arrabbiare e discutere, quando per ben due volte lui lasciò lei, come se fossero una coppia di nostri amici. Non sorprende dunque che dopo ben 10 anni di fidanzamento le loro nozze siano state vissute da molti come l'evento del secolo. Nove anni dopo quella loro prima apparizione da marito e moglie le cose sono cambiate: oltre agli impegni legati alla corona, i duchi di Cambridge sono genitori premurosi dei piccoli George, 7, Charlotte, 5 e Louis 2. Al momento stanno trascorrendo questo momento difficile nel Norfolk, nella loro casa di Anmer Hall. Tutt'altro che lontani dalle incombenze reali, tutti loro si sono adoperati durante questi mesi di lockdown per offrire supporto alla comunità. Nell'ultimo scatto postato sul loro profilo Instagram e immortalato dalla stessa Kate, si vedono proprio papà William, George e Charlotte impegnati a consegnare della pasta alle famiglie più bisognose della zona. È con l'esempio che stanno insegnando ai loro figli cosa significa davvero avere il sangue blu e prendersi cura del proprio popolo.