L’intelligenza emotiva è la capacità di riconoscere, comprendere e controllare i nostri sentimenti e quelli altrui. Attraverso le emozioni siamo capaci di rafforzare anche l'intelletto, rendendo migliore la qualità della nostra vita. Il primo ad averne dato una definizione è Daniel Goleman, psicologo e giornalista scientifico per il New York Times, che, con il suo saggio “Emotional Intelligence”, ha dichiarato: “L'intelligenza emotiva è la capacità di controllare sentimenti ed emozioni proprie ed altrui, distinguere tra di esse e di utilizzare queste informazioni per guidare i propri pensieri e le proprie azioni”. Una ricerca condotta dal Canergie Institute of Technology ha dimostrato che l’85% del successo economico di una persona dipende dalle sue capacità relazionali e non dalle sue conoscenze accademiche. In questo modo il quoziente intellettivo passerebbe in secondo piano, anche perché quest’ultimo rimarrebbe invariato per tutta la vita. L’intelligenza emotiva deve invece essere considerata il segreto del successo, può essere coltivata, portando numerosi vantaggi nella nostra quotidianità. Scopriamo come fare.

1. Non essere ansiosi – L’ansia dimostra la nostra insicurezza. Per avere maggiore controllo su noi stessi, dovremmo concentrarci sulle emozioni ed imparare a gestire anche quelle negative. Conoscere ed accettare se stessi e i propri sentimenti è un ottimo metodo per ridurre al minimo le situazioni ansiogene.

2. Migliorare l’autostima – Preston Ni, docente del dipartimento di scienze della comunicazione di Foothill College, ha dichiarato: “È difficile sentirsi bene con se stessi quando non ci si conosce. Quando accresciamo la nostra intelligenza emotiva, invece, contribuiamo anche ad una positiva valutazione del nostro io”. Bisogna conoscere i propri pregi, le proprie qualità, ma anche i propri punti deboli, solo in questo modo potremo studiare delle strategie per migliorare il nostro carattere.

3. Gestire le emozioni negative – L’intelligenza emotiva ci aiuta a gestire le nostre emozioni, ma, in momenti di forte stress e pressione, tendiamo a chiuderci in noi stessi. La rabbia e il sovraccarico emotivo in situazioni critiche non ci permettono di ragionare nel migliore dei modi. Il consiglio è quello di contare fino a dieci prima di rispondere o comunque di aspettare che la rabbia passi prima di affrontare una discussione importante.

4. Costruire relazioni – Felicità ed autostima sono legate anche ai nostri rapporti sociali e alla nostra capacità di avere relazioni stabili e soddisfacenti con gli altri. Comunicare ed aprirsi è un buon metodo per migliorare la predisposizione, l’apertura e l’empatia verso le altre persone. Imparare a riconoscere le emozioni altrui riuscirà a rendere migliore la nostra vita.

5. Superare i momenti difficili – L’intelligenza emotiva è legata anche alla nostra capacità di riuscire ad andare avanti dopo un momento difficile. Non abbattersi mai ed affrontare ogni situazione negativa di petto è il segreto per stimolare la propria resistenza mentale e per non sentirsi mai sconfitti. Bisogna essere forti e far sì che anche le esperienze difficili possano essere costruttive.