Connie Inglis è una ragazza di Leeds e lo scorso anno ha cominciato a soffrire di anoressia. Il disturbo alimentare l’ha debilitata dal punto di vista fisico e l’ha resa incredibilmente fragile mentalmente, tanto che nel periodo peggiore ha pensato anche di non essere degna di questa vita. “Ero così malata che avevo rinunciato a tutto. Volevo morire”, ha raccontato la ragazza, che ha avuto bisogno dell’intervento dei medici per evitare che la malattia la distruggesse.

E’ stata ricoverata per ben tre volte, si nascondeva in vestiti larghi e, piuttosto che raccontare la sua storia, preferiva dire a tutti che non si sentiva bene. A darle il coraggio di reagire sono stati i familiari e il fidanzato che, anche quando è finita in ospedale, le sono stati sempre accanto, spronandola a mangiare e a fare dei piccoli passi avanti ogni giorno. “Erano lì per ricordarmi di provarci e così ho fatto. Per la prima volta, mi sono resa di amare queste persone alla follia”, ha spiegato Connie, ancora commossa. E’ poi entrata a far parte di una comunità di recupero sui social e, così facendo, ha conosciuto persone con i suoi stessi problemi, che sono state capaci di farle superare il trauma della malattia.

Oggi, ha creato un account Instagram in cui mostra come è cambiato il suo corpo in un anno, così da diffondere un messaggio positivo. La speranza è dare coraggio a tutti coloro che soffrono di anoressia o di disturbi alimentari debilitanti che credono di non avere la forza di reagire e andare avanti. Lei ha ritrovato la felicità, le è bastato credere in se stessa.