Christie Swadling ha 18 anni e per molto tempo è stata letteralmente ossessionata dal suo peso. Voleva somigliare a Miranda Kerr e, pur di dimagrire, ha cominciato a mangiare meno di 300 calorie al giorno, arrivando a pesare 30 chili. “Le foto ritoccate delle modelle hanno fatto si che cominciassi ad avere dei disturbi alimentati. Pensavo che dovevo essere come loro e volevo solo perdere peso”, ha spiegato Christie.

A scuola, la ragazza veniva presa di mira dai bulli perché era più paffuta delle altre ed è stato anche questo a farle cambiare totalmente la sua alimentazione. Ha iniziato a non mangiare, tanto da diventare anoressica. A 17 anni ha avuto un crollo che l’ha costretta ad essere ricoverata in ospedale. Era arrivata a pesare 30 chili e non aveva neppure la forza di alzarsi dal letto. “C'era un diavolo nella mia testa mi diceva di diventare sempre più magra”, ha spiegato la ragazza. Oggi, si sta lentamente riprendendo. Ha riscoperto i piaceri della tavola e, sotto consiglio del padre, ha cominciato a praticare diversi sport, come lo yoga e il pilates. Inoltre, ottiene molto sostegno dagli utenti del web.

Ha postato infatti il video “L’anoressia nervosa mi ha quasi ucciso”, che ha ottenuto 630.000 visualizzazioni ed ha 8000 followers su Instagram.  Fotografa tutti i pasti sani che mangia ed aiuta le ragazze che, come lei, hanno dei disturbi alimentari. Tutte la ringraziano per aver condiviso la sua esperienza, in questo modo è riuscita a salvargli la vita. Ha dimostrato che l’anoressia può essere sconfitta e che non serve un corpo magro per essere considerate belle.