Trisha era una donna di 48 anni e nel 2004 aveva scoperto di avere un cancro al seno sinistro. I medici non le avevano dato speranze, nel giro di qualche anno sarebbe andata incontro alla morte. La donna non si è lasciata prendere dal panico, aveva deciso di essere forte e di andare avanti con la propria vita. Così ha cominciato a seguire la cura medica più aggressiva che esisteva e nel frattempo si è goduta ogni attimo che le rimaneva in maniera intensa. Con il sostegno del marito David è riuscita a mostrare tutte le bellezze del mondo alle proprie figlie, Emma e Lily. La donna ha dedicato le sue ultime 52 settimane di vita ad un viaggio intorno al mondo, dall’Italia al Messico, dal Marocco alla Cina, dal Perù, alla Thailandia. E ancora Costa Rica, Kenya, Islanda, Israele e molti altri paesi. Nel 2010, la donna si è nuovamente ammalata ed è morta nel 2012, lasciando un vuoto enorme nella propria famiglia.

Le ceneri di Trisha sono state sparse nel Lake Tahoe. Oggi, David, per onorare il ricordo della moglie e per realizzare il suo sogno, sta continuando a viaggiare intorno al mondo con le due bambine. L’uomo scrive tutte le sue avventure sul suo sito internet e la storia è stata considerata così originale ed emozionante da aver attirato l’attenzione del New York Times, che ha deciso di realizzare un documentario dedicato al viaggio epico della sua famiglia. I Creekmore, nonostante la tristezza, riescono a sorridere e ad andare avanti, sono convinti che Trisha sia ancora lì con loro in ogni nuova città che visitano.