L'estate è la stagione dei matrimoni e sono moltissimi quelli che scelgono proprio questo periodo dell'anno per coronare il proprio sogno d'amore. La speranza è che riescano a durare il più a lungo possibile ma spesso le cose non vanno per il verso giusto e ci si ritrova a divorziare a pochi mesi dalle nozze. La scienza, però, è venuta incontro ai promessi sposi e ha rivelato che per evitare una fine tanto brusca non bisogna spendere molto per il ricevimento: ecco per quale motivo.

I segreti (scientifici) per far durare il matrimonio

Pianificare un matrimonio in una location da sogno, con centinaia di invitati, fiori ovunque, musica dal vivo e dettagli curati in modo magistrale è il sogno di ogni donna ma potrebbe non rivelarsi la scelta giusta se si vuole che quel rapporto duri a lungo. Secondo uno studio condotto dagli esperti di economia Andrew Francis-Tan e Hugo M Mialon, la quantità di soldi spesi per un matrimonio è inversamente proporzionale alla probabile durata delle nozze. Spendere più di 17.000 euro per un ricevimento aumenterebbe infatti il rischio di divorzio precoce, così come anche un anello di fidanzamento che costa più di 1.700 euro. Come se non bastasse, anche altri elementi influenzano la durata di un rapporto: chi, ad esempio, sceglie il partner solo per l'aspetto fisico probabilmente si separerà presto, visto che oltre all'estetica non esiste nulla. Insomma, a quanto pare il segreto per evitare che il proprio sogno d'amore si trasformi in un incubo è spendere poco per il ricevimento e puntare tutto su una festa sobria e tra pochi intimi.