Una madre che ha perso sua figlia dopo soli sei mesi dalla nascita ha istituito un ente benefico per sostenere i genitori dei bambini prematuri donando loro delle commoventi immagini. Catturare con un solo scatto la speranza, questo lo scopo di Deneen Bryan, una fotografa del North Carolina, che per superare il dolore dopo la morte prematura di sua figlia ha iniziato a fotografare tutti i bambini nati prematuri, testimoniando con le immagini la crescita di questi ultimi, il tutto per regalare ai genitori un barlume di luce, per donare loro una speranza.

Tra i tanti bambini immortalati dal suo obiettivo c'è il piccolo Walker Pruett, nato prematuramente lo scorso 25 aprile. Con i suoi collaboratori la Bryan ha creato un video time-lapse per mostrare attraverso le immagini i progressi del piccolo e la sua crescita nell'arco di 100 giorni. Il progetto intitolato "Project 100 days" è diventato virale in poco tempo ed ha riportato il sorriso sul volto di Erica e Jared Pruett, i genitori del bambino nato prematuro.

Le commoventi foto della Bryan mostrano Walker fin dal giorno in cui è nato ed è stato attaccato ad un respiratore poichè troppo piccolo ed incapace di poter sopravvivere da solo. Ci sono poi le immagini del bimbo dopo 80 giorni, momento in cui è stato dimesso dall'ospedale ed è potuto tornare a casa con i genitori. Durante il progetto la fotografa si è recata ogni giorno in ospedale per scattare le singole foto che sono poi andate a comporre il video finale.