Jennifer Pamplona è una ragazza di 24 anni, viene da San Paolo, in Brasile, e nella vita fa la modella, è arrivata addirittura a lavorare per Versace. La sua bellezza, però, non è naturale, ha ricorso a dei piccoli ritocchini così tante volte da aver speso ben 80.000 sterline in pochi anni. Ha cominciato a essere ossessionata dalla la chirurgia plastica due anni fa, dopo che il suo fidanzato Celso Santebanes, conosciuto come il “Ken umano”, è morto a causa di una leucemia, dopo aver speso 38.000 sterline dal chirurgo.

E’ stato in quel momento che Jennifer è precipitata in una profonda depressione, non credeva che una tragedia simile potesse colpire anche persone tanto giovani. L’unica cosa che le ha permesso di trovare la forza di andare avanti è stato proprio il suo desiderio di trasformasi in una Barbie, così da crearsi una “nuova identità” e da far diventare il suo mondo di nuovo perfetto. Nel 2015, ha subito ben 9 interventi in 24 ore, si è fatta rimuovere 4 costole, si è rifatta il seno, il lato b e ha ricorso a una rinoplastica. “Il mio obiettivo è essere una bambola umana. Voglio essere come Barbie ma con più curve”, ha spiegato la ragazza, fiera dalla sua "passione".

L'obiettivo, ora, è avere un fondoschiena abbondante e burroso come quello di Kim Kardashian, anche se i medici le hanno detto che il suo corpo è troppo piccolo ed esile per sostenere tanto peso. Jennifer dichiara con fermezza di amare se stessa: ricorrere in modo ossessivo agli interventi chirurgici è solo un modo per rendere omaggio al fidanzato scomparso.