Claudia Digregorio è una ragazzina di soli 15 anni e soffre di una malattia degenerativa che gli impedisce di camminare. Frequentava la terza media quando è stata improvvisamente colpita da un attacco respiratorio che l’ha quasi uccisa. Da quel giorno, è costretta a vivere su una sedia a rotelle e i medici non riescono a darle una diagnosi precisa. La sua malattia non ha un nome, non se ne conoscono le cause e soprattutto neppure le possibili cure.

Sono trascorsi 2 anni da quel giorno e Claudia ha ormai imparato a convivere con la disabilità. Anche la vita della sua famiglia è cambiata. Gaetano, il padre della ragazza, ha deciso di abbandonare il lavoro da meccanico e di aiutare sua figlia ad andare avanti. Ogni mattina, la aspetta fuori scuola, il semplice fatto di sapere che sarà sempre lì dà a Claudia una forza incredibile. E’ proprio mentre la aspettava che Gaetano ha incontrato Giuliano Foschini, il giornalista di Repubblica che ha raccontato per la prima volta la loro storia e che li ha aiutati a scrivere il libro “Da grande voglio camminare”, che ripercorre la vicenda che ha cambiato completamente le loro vite.

Con le sue parole, Claudia ha dimostrato di avere un grande carisma ed un’immensa forza d’animo che le danno la caparbietà di affrontare tutto con il sorriso e con positività. Non vuole che la disabilità le impedisca di vivere e grazie all’aiuto di suo padre ci sta riuscendo. Dall’altro lato, Gaetano spera di trovare finalmente una cura per la malattia della sua bambina e che un giorno sarà capace di correre ad abbracciarlo all’uscita da scuola.