Nel corso della carriera Victoria Beckham è riuscita a reinventarsi in modo strabiliante, se negli anni '90 spopolò con le Spice Girls, arrivando a esibirsi sui più grandi palchi internazionali, oggi ha detto addio alla musica ed è diventata una stilista di successo, a dimostrazione del fatto che il soprannome "Posh Spice" non era così casuale come si sarebbe potuto pensare. Ha calcato le passerelle della London Fashion Week con le sue creazioni, ha vestito alcune delle star più famose al mondo, è riuscita a imporre mode e trend, insomma, è ormai considerata una vera e propria icona di stile. L'unico piccolo "inconveniente" è che da diversi anni la sua azienda è in perdita.

Di recente sono stati pubblicati i conti relativi al 2018 e i risultati sono stati chiari: le vendite stanno diminuendo in modo vertiginoso anno dopo anno. La perdita di gestione è aumentata del 18%, arrivando a 11,7 milioni di sterline, ovvero 13,7 milioni di euro, mentre la perdita netta è cresciuta fino a 12,3 milioni di sterline, in netto aumento rispetto al 2017, quando questa cifra era di "soli" 10,3 milioni. Questo è l'undicesimo trimestre consecutivo in cui si sono registrate delle perdite, le vendite sono diminuite del 16%, riducendo i guadagni di ben 35,1 milioni di sterline, cioè 41,2 milioni di euro. Cosa ha causato questo peggioramento? La riduzione del numero di ordini internazionali sul mercato all’ingrosso. Il nome dell'ex popstar, infatti, non farebbe più gola al mercato mondiale. Nonostante ciò, secondo la società Beckham Brand Holdings diretta da Ralph Toledano, la performance di Victoria sarebbe conforme alle attese degli azionisti. Il 2018 è stato il primo anno in cui è stata attuata la nuova strategia di marketing, che prevede la riduzione dei costi e il perfezionamento della gamma di prodotti offerti, ed è normale che la cosa abbia generato dei costi supplementari. Grazie a degli ordini all'ingrosso per la collezione Primavera/Estate 2020, ai ricavi ottenuti con la licenza per gli occhiali e a una crescita dei circuiti di distribuzione diretta, Victoria Beckham prevede di registrare utili al lordo di interessi, tasse e ammortamenti in territorio positivo nel quarto trimestre. Riuscirà a superare il periodo di crisi in modo definitivo?