Le star ne sanno una più del diavolo quando si parla di trattamenti di bellezza e giorno dopo giorno propongono delle idee sempre più originali e sopra le righe per prendersi cura del proprio aspetto, peccato solo che a volte finiscano per essere un tantino "eccessivi" pur di apparire impeccabili. È il caso di Cardi B, che sui social ha rivelato di non riuscire a fare a meno del cosiddetto "vagina bleaching". Di cosa si tratta? Di una pratica nata negli Stati Uniti e sempre più diffusa in Inghilterra che permette di sbiancare le parti intime: ecco quali sono i pro e i contro del trattamento amatissimo dalla nota rapper.

Cardi B e il kit "fai da te" per lo sbiancamento vaginale

Cardi B si è servita dei social per rivelare qual è il trattamento che usa per avere delle parti intime perfette. Si tratta dello sbiancamento vaginale e la cosa particolare è che lo fa da sola a casa. Complici le restrizioni causate dal lockdown, si è ritrovata a dover trovare un rimedio "casalingo" per prendersi cura dei suoi genitali. Ha dunque acquistato un kit per il vagina bleaching e ad oggi lo usa regolarmente quando necessario. La rapper non ha avuto timore di immortalarsi con le gambe aperte sul letto subito dopo aver completato la pratica. Certo, non ha rivelato nulla di scandaloso, ma tanto è bastato per rendere la Stories super visualizzata in ogni parte del mondo.

A cosa serve il vagina bleaching

Il vagina bleaching, meglio noto come lo sbiancamento vaginale, è un trattamento sempre più richiesto dalle giovani sotto i 3o anni. È nato negli Stati Uniti e si sta diffondendo in modo rapido anche nel resto del mondo, soprattutto in Inghilterra, dove sempre più donne provano disagio nel vedere le parti intime di una colorazione più scura rispetto al resto della pelle. Si tratta di una conseguenza dello sfregamento protratto, anche se di solito compare solo quando si ha una carnagione molto chiara. La procedura va eseguita tre volte in un anno, le sedute devono essere fissate a 15 giorni di distanza l'una dall'altra e consistono nell'uso di un peeling capace di depigmentare la mucosa e il tessuto vaginale. Il trattamento non serve solo a sbiancare l'interno della vagina, ha anche un'azione biorivitalizzante e incrementa il tono delle parti intime. L'unico piccolo inconveniente è che comporta anche diversi rischi, soprattutto se il peeling viene applicato all'interno della mucosa. Sarebbe meglio, dunque, non seguire l'esempio di Cardi B ed evitare il "fai da te", affidandosi solo a dermatologi ed esperti.