Jessica Clarke è una ragazza di 23 anni, viene da Wallsend, è una studentessa universitaria e qualche giorno fa ha deciso di utilizzare un prodotto autoabbronzante. E' da più di 5 anni che scurisce la sua carnagione con questo metodo, preferendolo alle lampade abbronzanti, visto che queste ultime aumentano il rischio cancro, peccato solo che qualcosa sia andata storta. Aveva comprato una crema del brand St Moriz, scegliendo il colore "Darker than dark", ovvero "Più scuro dello scuro", e lo ha tenuto in posa per soli 30 minuti.

Il risultato finale, però, è stato impressionante e decisamente diverso rispetto a quanto si aspettava. Si è infatti ritrovata con il viso scurissimo, senza sapere come rimuovere la tintura e tornare alla sua carnagione originale. "Quando mi sono guardata allo specchio sono rimasta senza parole. Vedevo solo occhi e denti, sembravo un tavolo da pranzo in mogano. Ho scattato una foto e l'ho mandata ai miei amici che sono morti dal ridere", ha spiegato Jessica.

Ha provato a utilizzare acqua calda e detergente ma non c'è stato nulla da fare, è stata costretta ad andare all'università con la pelle scurissima e la cosa ha attirato gli occhi indiscreti dei colleghi che non hanno potuto fare a meno di guardarla divertita. Per fortuna, però, è riuscita a non dare conto ai giudizi delle persone e tutto si è risolto per il meglio. Nonostante il piccolo "incidente", Jessica ha detto che ricomprerà quella crema dello stesso colore e il motivo è molto semplice: quando il viso le si è schiarito nei giorni successivi, ha raggiunto un colore davvero meraviglioso.