Kimberley Davis è una ragazza di 36 anni, viene da Mansfield e ha avuto un piccolo problema con un prodotto autoabbronzante. Ha applicato la crema per un'intera notte per avere un risultato ottimale e, una volta tolta al mattino, è andata in palestra. Una volta tornata, però, ha notato che era accaduto qualcosa di terribile: si è ritrovata il logo Adidas impresso sulla gamba, visto che aveva indossato un leggings con la scritta in quel punto. La pelle era due tonalità più scura rispetto al resto del corpo, proprio come se fosse una bruciatura, e l'effetto era davvero imbarazzante.

"Ho provato in tutti i modi a rimuoverlo ma non ci sono riuscita, ora sono costretta a indossare i pantaloni lunghi. Se cammino in strada con un vestito, di sicuro le persone riconosceranno il logo", ha spiegato Kimberley, che in preda al panico ha anche pensato di applicare una crema ancora più scura in quel punto. Il motivo per cui è accaduta una cosa simile? Nonostante sia estetista, non ha letto correttamente le istruzioni e ha dimenticato che avrebbe dovuto aspettare ancora un po' prima che la mousse autoabbronzante si asciugasse del tutto.

Come se non bastasse, non avrebbe dovuto sudare e indossare indumenti poco trasparenti. Per fortuna, però, non si è fatta travolgere dal panico e ha preferito guardare il lato divertente della storia. Gli amici e i familiari hanno infatti cominciato a prenderla in giro definendola una "stupida bionda". La speranza della ragazza? Che quello che le è successo non capiti a nessun'altra, visto che ci si ritrova di fronte a una situazione davvero molto imbarazzante.