L'unghia si compone di due parti: la radice e il corpo, che viene anche definito lamina ungueale. La radice è la parte non visibile mentre, la lamina ungueale, è l'unghia visibile formata da: uno strato corneo molto compatto di cheratina, vitamine, aminoacidi, minerali, grassi e acqua. Se qualcuno di questi elementi viene a mancare le unghie diventano fragili e tendono a sfaldarsi. Inoltre, ci sono altri fattori che possono aumentare il problema. Vediamo quali sono le principali cause, e quali rimedi adottare, per curare al meglio le malattie delle nostre unghie.

Unghie sfaldate: le cause.

Le unghie sfaldate appaiono più chiare, fragili, con striature verticali e tutto ciò ne compromette elasticità e durezza. Ecco le principali cause

1) Mancanza di acqua.

Questa è la prima cosa da valutare. Bevi poco? Se la risposta è sì e le unghie sono secche e fragili allora è un problema di disidratazione.

2) Carenze nutrizionali.

La carenza di calcio, zinco, vitamina A, vitamine B5 e B6, che contribuiscono allo sviluppo e alla crescita delle unghie, possono essere cause determinanti, così come l'anemia causata dalla carenza di ferro.

3) Ipertiroidismo.

Le unghie diventano molli e senza la lunetta? In questi casi l'aspetto dell'unghia potrebbe segnalare un problema alla tiroide, nello specifico ipertiroidismo. In questi casi è consigliabile farsi visitare da un endocrinologo che vi suggerirà i giusti esami da fare.

4) Detersivi aggressivi.

Non sottovalutiamo tra le cause che rendono le nostre unghie fragili l'utilizzo di detersivi aggressivi che contribuiscono a rovinare ancora di più unghie già fragili. Scegliere prodotti ecologici con componenti innocue e comunque utilizzare sempre i guanti.

5) Infezioni da funghi.

Le infezioni micotiche, che possono interessare sia unghie delle mani che dei piedi, possono contribuire al loro indebolimento e sfaldamento. In questi casi potrebbero anche ingiallirsi e diventa fondamentale il consulto dal medico.

Un'altra possibile causa, è legata all'utilizzo di smalti, unghie finte, ricostruzioni in gel e/o acrilico, smalti semipermanenti ma, se queste pratiche sono eseguite con prodotti di qualità e nel modo corretto contribuiscono solo a rendere le unghie più belle e più protette. Quindi il consiglio è sempre quello di non utilizzare mai prodotti scadenti e di rivolgersi a operatrici del settore (estetiste e/o onicotecniche) se non si è esperte.

Rimedi naturali per curare le unghie sfaldate.

Una volta individuata la causa dobbiamo passare alla cura, meglio se utilizzando rimedi naturali e non aggressivi.

1) Limone.

Può essere utilizzato miscelato con l'acqua nella quale immergere le mani a aiutare così da eliminare anche il colore giallastro che spesso si accompagna alle unghie sfaldate e fragili. Inoltre possiamo aggiungere alcune gocce di limone alla nostra crema mani e piedi per avere un effetto idratante e schiarente.

2) Olio extra vergine di oliva o germe di grano.

Tra i rimedi più noti per rinforzare le unghie c'è il massaggio con l'olio extravergine di oliva. Potete eseguire il massaggio ogni sera utilizzando qualche goccia di olio o fare degli impacchi utilizzando un batuffolo di cotone. Se invece volete utilizzare il germe di grano, dovrete massaggiare mani e unghie almeno due volte a settimana utilizzando germe di grano e qualche goccia di olio essenziale di limone.

3) Equiseto e Tea Tree Oil.

L'equiseto (o coda cavallina) è un'erba rimineralizzante ed è uno dei rimedi erboristici più utilizzati, sia per la cura di unghie fragili che si sfaldano che di capelli che tendono alla caduta. Il Tea Tree Oil, invece, è un olio essenziale adatto soprattutto per curare unghie affette da infezioni da funghi. Si può applicare una o due volte al giorno o secondo il parere dell'erborista.

4) Prendersi cura delle mani.

La cura delle mani e delle unghie è fondamentale sempre ma, ancora di più in caso di unghie fragili, è bene eseguire una manicure accurata, tenendo le unghie pulite, tagliandole con una forbicina e mantenendo la forma naturale. Anche la limatura deve essere delicata per evitare traumi.

5) Maschera rinforzante.

Sempre utilizzando prodotti naturali è possibile fare alle nostre unghie una vera e propria maschera per rinforzarle. Basta miscelare yogurt bianco, miele e polpa di avocado oppure burro di Karitè, applicare sulle unghie, lasciare in posa per 5 minuti e risciacquare.

Questi consigli sono utili anche per le donne in gravidanza che, durante questo periodo, possono avere unghie più fragili a causa del cambiamento ormonale. Sarà poi il ginecologo a consigliare qualche integratore in caso di unghie particolarmente fragili.

6) Smalto delicato.

Si consiglia l'utilizzo di uno smalto delicato, di base, rosa o trasparente in modo da evitare lo sfaldamento. Scegliete prodotti molto buoni ed evitate smalti che potrebbero rovinare ulteriormente le vostre unghie.

Cibi alleati delle unghie sane.

Soprattutto quando la fragilità delle unghie è legata a delle carenze alimentari bisogna correre ai ripari con alcuni nutrienti importanti. Latte, yogurt, spinaci, e tutte le verdure a foglia verde sono utili per compensare la carenza di calcio; è bene anche diminuire il consumo di bibite gassate e caffè che limitano l'assorbimento di questo importante nutriente. I crostacei, invece, contengono il molibdeno, minerale fondamentale per la produzione di cheratina. Per rinforzare la struttura delle unghie è bene mangiare alimenti che contengono zinco come: legumi, riso integrale, germe di grano e pesce.