Avere una sorella è una cosa meravigliosa: non ci si sente mai soli, si ha sempre qualcuno su cui contare e una persona capace di dare il proprio parere "femminile" in ogni situazione. E' proprio per questo che condividere la vita con lei renderebbe delle persone migliori ma in pochi avrebbero mai pensato che anche la scienza sarebbe stata capace di dimostrare una cosa simile. Secondo uno studio condotto da Tony Cassidy, docente di psicologia all’Università di Ulster, e da un team di esperti dell’Università De Montfort di Leicester, esisterebbe un vero e proprio "fenomeno sorelle".

Le ragazze della famiglia sarebbero più coraggiose, capaci di comunicare in modo aperto e di incentivare la coesione tra gli altri membri della famiglia. I fratelli, al contrario, scatenerebbero l'effetto opposto. "Le donne che hanno sorelle sono tendenzialmente più indipendenti, appagate e realizzate", ha spiegato il professor Cassidy. Nel momento del bisogno, le donne si sostengono a vicenda e aiutano anche i loro cari a superare un momento difficile. E' chiaro dunque per quale motivo le famiglie che contano almeno due sorelle avrebbero una salute psicologia migliore rispetto a quelle in cui c'è una prevalenza di uomini.

I ragazzi hanno invece una naturale predisposizione al silenzio, anche se al di fuori del nucleo familiare sono degli ottimi comunicatori. Insomma, chi vuole "sopravvivere" alle cene e ai pranzi natalizi da passare in famiglia, farebbe bene a portare anche la propria sorella. Di sicuro, sarà capace di rispondere a tutte le domande imbarazzanti dei parenti in modo diplomatico, senza mai perdere la calma.