Ieri sera a New York Giorgio Armani ha celebrato il rapporto speciale con gli Stati Uniti e la città di New York con il mega evento "One Night Only New York". Dopo quattro anni d’assenza – la sua ultima visita ufficiale risale infatti al 2009 in occasione dell’apertura del concept store Armani/Fifth Avenue – lo stilista torna quindi nella Grande Mela, la città che ha rappresentato l’inizio del suo lavoro e del suo successo, e che gli aveva reso omaggio nell’ottobre del 2000 con la mostra retrospettiva dedicatagli dal Guggenheim Museum. “Dall’apertura del mio primo negozio a New York, nel 1985, ho sempre avuto un seguito molto fedele. Una grande sfilata che presenta per la prima volta al pubblico americano le mie collezioni di Alta Moda è il mio modo per dire grazie”, ha detto Giorgio Armani.

La serata speciale One Night Only New York si è svolta al SuperPier, nel Meatpacking District, il lungo molo galleggiante sul fiume Hudson di Manhattan. Gran parte della struttura – non meno di 9000 metri quadri – è stata completamente ridisegnata per l’occasione. Nella location è andata in scena una sfilata dedicata esclusivamente alle collezioni Giorgio Armani Privé. In passerella una selezione di abiti di tutte le collezioni Privé dal 2005 a oggi e, in chiusura, l’intera collezione autunno inverno Privé Nude presentata lo scorso luglio a Parigi. Oltre 700 ospiti tra vip, socialite, autorità, stampa locale ed estera sono accorsi per ammirare gli abiti e partecipare al party esclusivo che ha seguito lo show.

Nella stessa location è stata inaugurata anche la mostra Eccentrico che dopo Milano, Tokyo e Hong Kong e Roma approda a New York con un nuovo allestimento e sarà aperta al pubblico dal 25 al 27 ottobre. In esposizione una selezione di abiti delle collezioni Giorgio Armani e Giorgio Armani Privé: 54 creazioni dal 1985 a oggi, frutto di una visione di raffinata eleganza e fantasiosa immaginazione, suggeriscono una lettura diversa del mondo di Giorgio Armani. Dell'exhibition fanno parte più di 300 accessori tra cui gioielli, scarpe, borse e cappelli e, come omaggio all’artigianalità della Haute Parfumerie, fragranze esclusive: Crystal e le collezioni in edizione limitata Armani Privé. “Mi piace l’America, e mi piacciono gli americani – afferma Armani –  Ogni volta che torno, mi dimostrano la loro ammirazione e il loro affetto con incredibile entusiasmo, e questo mi conforta e mi rassicura. C'è in loro una tale immediatezza, un modo cosí sincero di esprimere ammirazione, che da stilista e imprenditore mi spingono a lavorare con fantasia e impegno”.