Siamo sempre stati abituati a pensare che essere uno stilista e ritrovarsi nel patinato mondo della moda fosse incredibilmente desiderabile ma la verità è che non tutti riescono ad affrontare il successo con lo stesso entusiasmo. A dimostrarlo è Tom Ford, stilista e regista statunitense, che ha recentemente dichiarato di combattere costantemente contro la depressione.

Sono passati due decenni da quando lo stilista ha curato il rilancio della Maison Gucci, sull’orlo della bancarotta, scuotendo il mondo della moda con la sua audacia, 12 anni da quando ha creato un marchio con il suo nome e 7 anni da quando ha ottenuto la candidatura all’Oscar con il suo film “A Single Man” ma, nonostante gli evidenti successi, continua a convivere con la paura e con l’ansia. "Vivo nella paura costante che qualcosa potrebbe cambiare o andare male ed è faticoso, drenante, sconvolgente, tanto da portare all’infelicità”, ha dichiarato lo stilista. Di recente, ha debuttato a Venezia con il nuovo film “Nocturnal Animals”, in cui i due protagonisti affrontano l'oscurità dei loro mondi interiori, e ha dichiarato di essersi immedesimato moltissimo nel personaggio di Susan poiché non può fare a meno di notare quanto sia vuoto il mondo e la cultura contemporanea.

E’ convinto che la felicità sia sfuggente perché il concetto di felicità così come ce lo trasmette la nostra cultura in realtà non esiste. Nessuno riesce ad essere sempre felice e contento, ma si oscilla tra l’essere tristi e gioiosi. Fin da piccolo, si è sempre considerato un outsider, è cresciuto in Texas, all’interno di una famiglia iperprotettiva, era omosessuale, già dagli 8-9 anni ha meditato il suicidio ed è caduto nell’incubo dell’alcolismo da adulto. “La morte è una cosa a cui penso spesso. Non c'è un giorno od ora in cui io non pensi alla morte. Credo che si nasca in un certo modo. Penso che appena io sono nato così”, ha spiegato Ford.

Nel mondo della moda, lo stilista è una rarità, visto che ha saputo costruirsi dal nulla anche una carriera da regista di successo ma, nonostante ciò, ha ancora le sue debolezze. Tom Ford ha dimostrato che anche i volti noti del patinato fashion system hanno le loro debolezze, proprio come ogni "comune mortale".