Le tinte per capelli fai da te sono la soluzione migliore quando non abbiamo tempo, o voglia, di andare dal parrucchiere ma abbiamo l'immediata esigenza di colorare i capelli e vogliamo farlo a casa in tutta comodità. Può essere anche un modo per dedicare tempo a noi stesse ma anche per risparmiare, scegliendo una soluzione più economica. L'importante è eseguire la tintura nel modo giusto, seguendo semplici regole, e scegliere quella più adatta a noi in base all'effetto che desideriamo ottenere, al fatto che siamo già tinte o lo facciamo per la prima volta e scegliere colorazioni naturali e senza ammoniaca, semi permanenti e permanenti. Vediamo come fare la tinta fai da te, quale scegliere in base alle nostre esigenze e come eseguirla nel modo giusto.

Tinte per capelli fai da te: come scegliere il colore giusto

Oltre agli accorgimenti pratici, bisogna fare molta attenzione anche ai capelli: per prima cosa è importante stabilire se siete già tinte oppure se i vostricapelli sono naturali. Nel primo caso potete solo scurire e mai schiarire il colore, mentre, nel secondo caso, potete schiarire fino a 2 toni e scurire quanto volete: il consiglio però è di non discostarsi troppo dal colore naturale. I colori sono classificati secondo una scala stabilita dai professionisti: ci sono sfumature principali che vanno dalla più chiara alla più scura e poi ci sono i riflessi: quelli caldi come il color oro, mogano, rosso, rame, e quelli freddi come iridato o cenere. Vi basterà consultare le tabelle colori presenti nelle scatole delle tinte fai da te per capire quale colorazione si adatta meglio al vostro colore di base.

Come fare la tinta per capelli fai da te: i consigli per eseguirla al meglio

Nelle confezioni di tinture fai da te presenti in commercio troverete dei minikit che contengono tutto l'occorrente, con le istruzione per applicare la tinta. Ci sono però dei consigli che è importante seguire sempre per evitare inconvenienti. Prima di tutto fate la prova allergica 48 ore prima di colorare i capelli: applica un po’ di prodotto su una zona della pelle delicata (va bene la parte interna del polso) che deve essere priva di lesioni e irritazioni. Aspetta 15 minuti e sciacqua. Se la zona non si è arrossata puoi procedere con la tintura.

Per evitare che la tintura macchi la pelle, applicate sulla zona circostante il cuoio capelluto una crema idratante molto densa e ricca: servirà a fare da scudo per la tinta, e potrete poi rimuoverla facilmente una volta terminato il tempo di posa. Per non macchiare anche le mani, indossate dei guanti monouso leggermente più spessi di quelli in lattice, in modo che non si forino e lascino passare il colore. Indossateli anche quando risciacquerete il colore. I kit delle tinture fai da te contengono di solito anche una mantellina impermeabile: in alternativa utilizzate un vecchio asciugamano, oppure una vecchia t-shirt per non macchiare gli abiti. Per migliorare l'applicazione della tintura procuratevi un pennello adatto all'uso, che potete acquistare in profumeria. Dopo aver miscelato il prodotto come da indicazioni applicate la tinta partendo dalle radici e portandolo verso le punte, ciocca per ciocca. Spennelate poi il colore in modo da distribuirlo omogeneamente: se avete i capelli medio-lunghi avvolgeteli in uno chignon per il tempo di posa. Potrete poi applicare sui capelli la pellicola trasparente per alimenti, per proteggere la chioma e potenziare l'azione del colore: terrà ben ferma la capigliatura e agevolerà l'azione del colore sui capelli. Se desiderate una colorazione più intensa, prolungate il tempo di posa di 5-10 minuti. Risciacquate poi la tinta con cura, facendo attenzione a non farla entrare in contatto con gli occhi, asciugate i capelli con l'asciugamano e massaggiate il trattamento fissante presente nella confezione, distribuendolo con un pettinino. Fate agire per circa 3 minuti, sciacquate e asciugate i capelli.

Tinture fai da te per capelli decolorati, con colpi di sole o meches

Per chi ha capelli decolorati, oppure con colpi di sole o meches, non è consigliabile eseguire una tinta fai da te perché i capelli decolorati, senza il giusto trattamento, potrebbero diventare verdi mentre, i capelli con colpi di sole o meches, potrebbero assumere diverse sfumature con un risultato pessimo. In questi casi, quindi, è meglio rivolgersi al parrucchiere. Le tinte fai da te sono consigliate a chi deve rifare il colore o per chi le utilizza la prima volta su capelli naturali.

Tinte fai da te: con o senza ammoniaca?

Quando scegliamo la colorazione per i nostri capelli dobbiamo anche decidere se optare per una tinta senza ammoniaca o semi permanente che durerà di meno (dagli 8 ai 10 shampoo), oppure una con ammoniaca e permanente che durerà di più. Certo la scelta, oltre che dalla durata della tintura, dipende anche da altri fattori come ad esempio il fatto che alcune donne sono allergiche alla tinture con ammoniaca e devono optare per quelle che non la contengono o per quelle naturali da acquistare in erboristeria. Inoltre, le tinte con ammoniaca, sono adatte a chi decide di fare un cambio drastico di colore o a chi ha molti capelli bianchi perché, questo tipo di tintura, è più intensa e resistente ma non è adatta alle donne in gravidanza perché più aggressiva e, durante la gestazione, la pelle e il cuoio capelluto sono più sensibili. Tra quelle senza ammoniaca, in commercio, si trovano quelle agli olii di frutta, oppure all'olio di argan, che sono emollienti e idratanti. È bene sottolineare che anche nelle tinte fai da te senza ammoniaca ci sono agenti chimici, altrimenti il colore non potrebbe tenere, ma, proprio perché contengono sostanze meno aggressive, possono essere utilizzate anche dalle donne in gravidanza. In ogni caso le tinte per uso domestico non fanno male e non danneggiano i capelli se acquistiamo prodotti di marca.

Tinte fai da te naturali: a chi sono adatte

Le tinte fai da te naturali si trovano soprattutto in erboristeria e sono adatte a che non vuole usare prodotti con agenti chimici, o ha un cuoio capelluto particolarmente sensibile. Di solito sono a base di henné o di altre sostanza naturali coprenti, come il mallo di noce. Durano di meno rispetto alle altre tinte fai da te e non sono adatte a chi ha molti capelli bianchi perché non riuscirebbe a coprirli tutti. Inoltre con l'hennè si possono ottenere sfumature rosse mentre, il mallo di noce, è adatto a capelli naturali scuri. Chi ha i capelli chiari e li vuole ravvivare in modo naturale o creare dei riflessi, può utilizzare la camomilla o un infuso di zenzero.