I cani vengono considerati da sempre i migliori amici dell'uomo ma spesso vengono sottoposti a delle assurde pratiche solo per essere trendy e alla moda. E' proprio quanto capitato a Diffy, un cagnolino di razza pomerania di Bangkok, che si è ritrovato ad affrontare un incubo per la follia della sua padrona. Quest'ultima aveva deciso di tingere il suo pelo di fucsia ma le cose non sono andate come si aspettava.

Il prodotto utilizzato ha reso la soffice pelliccia bionda dell'animale di un colore shocking in soli 40 minuti ma purtroppo ha avuto un effetto collaterale, ha provocato una terribile reazione allergica al cucciolo, tanto che, poco dopo l'applicazione, l'orecchio ha cominciato a gonfiarsi. Vedendo che le ore passavano e la situazione non migliorava, visto che il cucciolo iniziava anche a grattarsi con una certa insistenza, è stato portato dal veterinario. Qui il medico è rimasto impressionato e, dopo aver constatato che non c'era  più nulla da fare, è stato costretto ad amputare quella parte del suo corpo, così da evitare che l'infezione si diffondesse.

La padrona ha denunciato l'accaduto sui social, prendendosela con il negozio che le ha venduto la tinta. Secondo lei, infatti, non erano state regolarmente indicate le sostanze chimiche contenute che hanno provocato l'allergia. Sono molti, però, gli utenti del web che non hanno potuto fare a meno di sommergerla di critiche, facendo riferimento al fatto che è pericolosissimo tingere la pelliccia dei cani. Insomma, per colpa della vanità della padrona oggi il povero Diffy non ha più un orecchio.