Le faccende domestiche sono dure, stressanti e faticose ma qualcuno deve pur portarle a termine se si vuole vivere in un ambiente pulito e fresco. Anche se tutti siamo convinti di avere una casa splendente e brillante, spesso non laviamo abbastanza la cucina, il bagno, i tappeti, le tende e tutti gli oggetti che usiamo regolarmente. Il risultato? Inconsapevolmente ci esponiamo a infezioni e allergie. Ecco con quale frequenza dovremmo lavare le nostre case secondo il sito Good Housekeeping.

Ogni giorno – Fare il letto e il bucato, lavare i piatti, la macchinetta del caffè, il tavolo, il bagno sono tutte faccende domestiche da portare a termine ogni giorno per mantenere la propria casa pulita. Solo in questo modo, si allontaneranno germi e batteri e si avrà la certezza di non andare incontro a infezioni e problemi di salute.

Ogni settimana – Per quanto riguarda invece le faccende domestiche da fare ogni settimana, queste consistono nel passare l’aspirapolvere, cambiare la biancheria da letto, pulire il forno a microonde, gli elettrodomestici e il frigo. Anche se probabilmente viene fatto in tutte le case con una certa regolarità, è sempre meglio ricordarlo, così da passare il proprio tempo libero in un ambiente fresco e pulito.

Ogni mese – Le cose da pulire almeno una volta al mese sono invece i lampadari, le persiane, la lavastoviglie, la lavatrice e le prese d’aria. Sono tutte operazioni che richiedono tempo e fatica ma, almeno, si terranno lontani batteri, polvere e allergie.

Ogni sei mesi – Tenda della doccia, cuscini, piumoni, mobili, l’interno del frigorifero, la macchina, il congelatore, sono tutte cose che si sporcano con una certa facilità ma, come regola generale, dovrebbero essere pulite almeno una volta ogni sei mesi.

Una volta all’anno – Di questa categoria fanno parte gli ambienti e gli oggetti che richiedono un grosso sforzo per essere lavati, come ad esempio il camino, i tappeti, le tende o le grondaie. Sarebbe necessario pulirle con una certa regolarità ma anche farlo una volta all’anno basta. Naturalmente, queste regole non valgono nel caso in cui tutte le superfici fossero particolarmente sporche e incrostate.