Il tè matcha è un tè verde ricco di proprietà antiossidanti: rallenta l'invecchiamento, svolge un'azione rilassante e antistress, stimola il sistema nervoso e non solo. Si tratta di una tipologia di tè verde che viene coltivata solo in Giappone, dove viene utilizzata per la cerimonia del tè, un rituale molto sentito nella cultura nipponica, ma anche per la preparazione di dolci tipici. I coltivatori giapponesi fanno crescere il tè matcha al riparo dal sole, così da aumentare il contenuto di clorofilla. Le sue foglie vengono poi raccolte e ridotte in polvere, grazie a dei mulini in pietra. Questa lavorazione rende il tè matcha molto pregiato: si presenta sotto forma di polvere molto fine e profumata e dal colore verde intenso, grazie alla clorofilla, è inoltre ricco di vitamine, carotene e sali minerali. Ma scopriamo di più su questo elisir di benessere e come prepararlo.

Proprietà benefiche del tè matcha

Il tè matcha è ricco di antiossidanti, contiene circa 70 mg di catechine per ogni grammo, si tratta quindi di un ottimo rimedio per rallentare l'invecchiamento della pelle, inoltre svolge un'azione drenante e disintossicante, oltre a proteggere la cute dalle scottature e dai danni causati dai raggi ultravioletti. Il tè matcha contiene anche L-teanina, un aminoacido che favorisce il rilassamento, diminuendo lo stress. Inoltre aiuta a ridurre il senso di fame e svolge un effetto diuretico, per questo è consigliato nelle diete ipocaloriche, per aiutare a perdere peso. Ha inoltre proprietà calmanti per le mucose dello stomaco e dell'intestino, combattendo acidità gastrica e proteggendo anche il fegato. Il tè matcha migliora anche l'apprendimento e concentrazione grazie alla presenza di vitamine B1, B2 e vitamina C, oltre a caffeina, polifenoli e sali minerali. La teina svolge anche un'azione stimolante sul sistema nervoso centrale: viene infatti utilizzato dai monaci buddisti per restare svegli durante le lunghe ore di meditazione. I samurai lo assumevano, invece, prima dei combattimenti, come bevanda energetica. Il tè matcha aiuterebbe anche a tenere sotto controllo il diabete e a ridurre il colesterolo cattivo (LDL) nel sangue, inoltre rafforza il sistema immunitario, protegge il sistema cardiovacolare e favorisce la salute dei denti.

Come preparare il tè matcha

Il tè match si ottiene principalmente dalle foglie della migliore qualità di Gyokuro, una varietà pregiata di tè verde. Potete acquistarlo nelle erboristerie,nei negozi bio e su negozi specializzati online. Riguardo alla preparazione, quella del tè matcha avviene per sospensione, con la polvere disciolta in acqua, e non per infusione, come avviene per le altre tipologie di tè. Ciò gli dona una maggiore concentrazione di sostanze benefiche. Per preparare il tè matcha, scaldate l'acqua senza farla bollire: la temperatura dovrà restare intorno agli 80°C. Versate l'acqua calda in una ciotola di ceramica o terracotta da 200 ml e aggiungete 1/2 cucchiaio di tè. Mescolate con l'apposito cucchiaio di bambù, il chasaku, o con un cucchiaino da tè. Il tè matcha viene utilizzato anche per la preparazione di dolci, dessert, biscotti, gelati, cioccolatini e preparazioni tipiche giapponesi.

Controindicazioni

Il tè matcha contiene un'alta quantità di caffeina e polifenoli che potrebbero causare palpitazioni, tremori, indigestione, mal di testa, diarrea, nausea o vomito, soprattutto se assunto in grandi quantità. Evitate di consumare il tè matcha se soffrite di problemi cardiaci, renali o ulcera gastrica. Prima di assumerlo, accertatevi poi che non interferisca con le medicine che prendete: in questi casi rivolgetevi al medico prima di consumarlo.