I tatuaggi tribali comprendono molti simboli e significati, una categoria enorme di tattoo che si ispirano ai tatuaggi tradizionali delle tribù di diverse popolazioni: i Maori della Nuova Zelanda, i Nativi Americani e le diverse isole del Pacifico. Scegliere un tatuaggio tribale significa approfondirne il significato per scegliere un disegno che ci rappresenti al meglio. Lo stile del tribale si caratterizza per i suoi disegni astratti che sono esclusivamente neri e che di solito vengono disegnati per enfatizzare la parte del corpo che più si desidera mettere in mostra, oppure per far risaltare le forme del corpo in modo armonioso.

Storia del tatuaggio tribale

I tatuaggi tribali avevano diversi significati in base alle tribù che li utilizzavano e a chi decideva di portare questi segni particolari sul proprio corpo. Ad alcuni disegni erano attribuiti poteri magici, altri erano legati a un simbolismo religioso o indicavano lo status sociale e spesso erano considerati veri e propri talismani d'amore o contro il demonio. Non erano quindi solo un ornamento per il corpo ma avevano un significato ben preciso. I tatuaggi che oggi riteniamo tribali appartengono a un numero enorme di culture: Maori, Nativi Americani, Samoani, Filippini, Thaithiani, Hawaiani, Eschimesi, Aztechi, Egiziani, Celti, una lista molto lunga che comprende diverse culture tribali. Disegni che attualmente vediamo riprodotti sul corpo di tante persone, che optano per questi tatuaggi ricchi di storia e significato.

Tatuaggi tribali: idee a cui ispirarsi e significati

I tatuaggi tribali sono preferiti soprattutto dagli uomini, ma anche molte donne amano molto i tribali, disegni spesso appariscenti e che tendono a catturare l'attenzione: infatti le zone prescelte per i disegni sono soprattutto bicipiti, polpaccio, collo, petto e schiena. Di sicuro si tratta di disegni particolari, spesso astratti, realizzati con il colore nero e con grandi linee arabesche. I disegni sono soprattutto geometrici e possono raffigurare anche animali, draghi, piante, insetti e fiori, tra questi il più femminile è la rosa tribale, o il fiore di loto, disegni molto eleganti e raffinati. Ma ecco alcune idee da realizzare e alcuni significati.

Leone simbolo di coraggio

Il leone fin dall'antichità ha sempre rappresentato il coraggio e la forza ma è anche simbolo di autorità, potenza, nobiltà: è considerato infatti il re degli animali. Nei diversi popoli assume però anche significati più specifici come la saggezza, l'intelligenza, la lealtà. Non mancano però gli aspetti negativi legati soprattutto all'orgoglio, l'istinto, l'indomabilità e la ribellione. Il leone, nel tatuaggio tribale, con le sue linee nere e geometriche risulta di impatto ma senza essere eccessivo. Lo si può disegnare mentre ruggisce o calmo, in base anche al significato che intendiamo attribuirgli.

Fiore di loto rappresenta la purezza e la speranza

Nella cultura orientale la libellula rappresenta la purezza e la spiritualità, ma anche la bellezza e la creazione. Per gli Egizi, invece, era considerata simbolo di speranza e rinascita: il fiore di loto infatti nasce nel fango ma poi emerge, sbocciando in tutta la sua bellezza. Nel tatuaggio tribale si associa spesso il fiore di loto al colibrì, disegno scelto sia dagli uomini che dalle donne in quanto rappresenta la vita.

Farfalla, scorpione e libellula come simboli di rinascita

Ognuno di questi tre insetti rappresenta a modo sua la rinascita: la farfalla che cambia la pelle circa 5 volte per tutta la durata della sua vita, così come lo scorpione. Quest'ultimo, però, ha un significato ambivalente in quanto il suo pungiglione rappresenta sia la morte che la vittoria sugli eventi difficili della vita. Per gli antichi egizi, invece, rappresenta la fertilità in quanto la dea che aiutava le donne a partorire era proprio una dea scorpione. La libellula, invece, oltre a simboleggiare la rinascita, rappresenta anche la delicatezza, l'eleganza, la libertà, ma che denota anche magia e sogno. Ovviamente nello stile tribale si disegnerà esclusivamente con il nero, senza colori né sfumature.

@Joeparenti23
in foto: @Joeparenti23

Geco come portafortuna e simbolo di sopravvivenza

Il geco, così come le lucertole, quando viene attaccato può perdere la coda per scappare dal pericolo incombente, facendone poi ricrescere una nuova: per questo rappresenta la rinascita e, per alcune tribù aborigene, è anche simbolo di rigenerazione e adattabilità. Il suo messaggio è che bisogna adattarsi alle diverse situazioni e avere sempre la forza di andare avanti senza lasciarsi ostacolare da nulla. I polinesiani, invece, attribuiscono al geco dei poteri sovrannaturali, una sorta di tramite tra la terra e il cielo, così come la tartaruga.

Stella come simbolo di verità e speranza

La stessa è considerata un simbolo di verità e speranza in quanto ha un ciclo di vita lungo e sono sempre lì come punto di riferimento costante. La stella cometa, poi, erge la stella a portatrice di buone notizie. Si tratta quindi di una tipologia di tatuaggio tribale dal significato profondo e, chi opta per questo disegno, intende comunicare anche dei cambiamenti nella propria vita o il desiderio di raggiungere obiettivi importanti.