L'estate sta arrivando ma non avete ancora fatto la pedicure? Per vantare dei piedi perfetti non appena ritornerete a indossare le scarpe aperte fareste bene a partire dalla cura dei talloni. Si tratta di una zona particolarmente delicata che tende a screpolarsi con frequenza e non solo perché la si trascura per quasi tutto l'inverno ma anche perché non la si tratta quasi mai con regolarità con scrub o creme idratanti. Va facilmente incontro a disidratazione, a mancanza di ossigenazione locale e a difficoltà del microcircolo, tutte cose che favoriscono la comparsa dell'antiestetico dettaglio. Con l'estate, quando i piedi entrano in contatto spesso con superfici calde, la situazione peggiora poiché la pelle dei calcagni si inaridisce ancora di più. A meno che la screpolatura non sia causata da patologie come psoriasi e diabete, possono essere usati diversi rimedi naturali efficaci per dire addio all'inestetismo in pochi step.

Pediluvio a base di bicarbonato

Il pediluvio è il rimedio ideale per ammorbidire la pelle dei talloni poiché permette di concedersi anche qualche momento di relax. L'ideale è mescolare con dell'acqua calda 2-3 cucchiai di bicarbonato e qualche goccia di olio essenziale profumato, magari alla lavanda. Bisogna poi rimanere con i piedi in ammollo per 15-20 minuti prima di fare uno scrub al termine dell'operazione.

Pietra pomice

Per fare lo scrub alla pelle dei talloni al termine del pediluvio si può usare una semplice pietra pomice, capace di rimuovere la cellule morte in un batter d'occhio. Basta strofinarla con delicatezza sulla zona da trattare con dei movimenti circolati per ottenere risultati ottimali. Al termine del trattamento non ci si deve dimenticare di applicare la crema idratante.

Scrub con zucchero o sale

Non serve acquistare uno scrub costoso per prendersi cura dei propri piedi, lo si può preparare anche in casa con degli ingredienti comuni. La ricetta più semplice è quella che prevede l'uso dell'olio, meglio se di mandorle dolci o extravergine di oliva, al quale bisogna aggiungere dello zucchero o del sale. I due ingredienti vanno mescolati fino a ottenere un impasto cremoso che va steso sulla zona screpolata dei calcagni.

Trattamento agli oli vegetali

Il trattamento più efficace per dire addio ai calcagni secchi e screpolati? Quello agli oli essenziali. Che siano al cocco o alla lavanda, non importa, vanno stesi sui piedi fino a quando la pelle non li assorbe. Per raggiungere risultati desiderabili e soprattutto duraturi è necessario ripetere periodicamente la procedura.

Olio di sesamo

L’olio di sesamo è il prodotto ideale per contrastare la pelle secca. Può essere usato sia sui talloni che sul viso e sul corpo, ha sempre un incredibile effetto anti-age. È necessario spalmarne un cucchiaio sulle zone screpolate dei piedi, indossando dei calzini di cotone subito dopo, così da lasciare agire il prodotto per una notte intera. Il mattino dopo la zona sarà morbidissima.

Scrub col bicarbonato

Uno scrub per i piedi può essere creato anche con bicarbonato e acqua calda. Basta mescolare due cucchiai di entrambi gli ingredienti fino a ottenere una sorta di crema per poi massaggiare i talloni con dei movimenti circolari. Gli effetti saranno evidenti, l'importante è che al termine dell'operazione si usi una crema idratante o qualche goccia di olio.

Esfoliante alla farina di riso o di ceci

Per preparare un composto simile è necessario mescolare 2 cucchiai di farina di riso con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, di mandorle o di sesamo. Una volta che il tutto sarà amalgamato, lo si dovrà passare su calcagni e dita dei piedi con una spugna per raggiungere un risultato soddisfacente. Una buona alternativa è alla farina di riso è quella di ceci, che però va mescolata con zucchero di canna, mandorle tritate e naturalmente acqua calda.

Impacco al burro di karitè o al miele

Il burro di karitè ha immense proprietà idratanti, dunque riesce a contrastare facilmente lo screpolamento dei talloni. Per preparare un impacco ne basta qualche cucchiaino, deve essere riscaldato tra i palmi delle mani e poi applicato sui piedi. A quel punto è necessario lasciare ad agire una notte intera, magari servendosi di calzini di cotone. In alternativa sui piedi si può fare anche un impacco al miele, va lasciato agire solo 30 minuti prima di essere risciacquato.

Trattamento con la banana

La banana ha moltissimi usi alternativi. Complice la presenza massiccia di vitamine al suo interno, può essere utilizzata, ad esempio, per realizzare un trattamento per i calcagni screpolati. Quando hanno raggiunto una certa maturazione, la loro polpa va schiacciata fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Basta strofinarlo su tutti i piedi, anche su unghie e dita, lasciandolo riposare per 20 minuti prima di sciacquare, per avere la pelle perfettamente idratata. Il consiglio è di ripetere l'operazione ogni 2 settimane fino a quando non ci si sentirà soddisfatti dei risultati.