Siamo sempre stati abituati a vedere le hostess di volo delle compagnie aeree internazionali con dei look perfetti e impeccabili ma oggi le cose sono cambiate e alcune di loro non sono più obbligate a usare il trucco o a dover indossare le gonne mentre lavorano. A stabilirlo è la Virgin Atlantic, che ha dato vita a delle nuove guide di comportamento per le sue dipendenti.

Virgin Atlantic cambia il regolamento per le hostess di volo

Virgin Atlantic è una delle compagnia aeree britanniche più popolari della Gran Bretagna e nelle ultime ore sta facendo molto parlare con le sue nuove guide di comportamento, soprattutto per quanto riguarda le hostess di volo. A partire da oggi, queste ultime non sono obbligate a truccarsi sul lavoro o a indossare l'uniforme con la gonna, potranno scegliere personalmente se portare un pantalone o una gonna. Si tratta di una vera e propria svolta femminista, visto che per la prima volta si dà maggiore flessibilità alle assistenti di volo quando si parla di look. "Il nuovo regolamento offre un maggiore comfort per i nostri dipendenti e aumenta le loro possibilità di scelta e di espressione", ha dichiarato l'ufficio stampa della compagnia aerea britannica. Ci sono delle novità anche per quanto riguarda le nuove assunzioni: in sede di colloquio, infatti, non verranno più richiesti degli specifici requisiti fisici come il non avere colori o tagli di capelli appariscenti, tatuaggi o piercing visibili, tutti quelli che vorranno lavorare a bordo degli aerei dovranno semplicemente avere 18 anni, conoscere l'inglese e possedere un passaporto valido. Insomma, a quanto pare le hostess non dovranno più uniformarsi alle convenzioni, saranno più libere e avranno la possibilità di esprimere la loro personalità attraverso il look.