A chi non è mai capitato di sentirsi stressato a causa del lavoro? A volte ci si ritrova a dover risolvere problemi che sembrano davvero insormontabili e non si può fare a meno di sentirsi sopraffatti dall’ansia e dalla preoccupazione. Per fortuna, è arrivata la soluzione per tutti quelli che si sono ritrovati almeno una volta in una situazione simile. Esiste un rimedio efficace per combattere questa spiacevole sensazione. A proporla, Caroline Webb, economista e career coach, secondo la quale si dovrebbe dividere il lavoro in blocchi, facendo bene attenzione a concentrarsi su una sola attività alla volta.

Essere multitasking non servirebbe a nulla, se non a far salire lo stress alle stelle. “La memoria riesce a contenere solo tre o quattro blocchi di informazioni, che sono ben diversi dai compiti specifici. Quando la lista di cose da fare viene divisa, ci si sente immediatamente più tranquilli”, ha spiegato la Webb. Un esempio? Se bisogna rispondere a una mail, è consigliabile leggere tutta la posta elettronica ricevuta, così da poter fare il logout, spegnere il pc e dedicarsi a un’altra attività una volta portato a termine quel lavoro.

Certo, essendo sotto pressione, non è semplice fare tutto con ordine ma è importante ricordare che il cervello fatica di più quando si passa da un’attività all’altra in poco tempo, cosa che ha degli effetti negativi sulla produttività, sulla creatività e sulla capacità di riconoscere gli errori. Insomma, coloro che vogliono ottenere buoni risultati dal punto di vista professionale farebbero bene a non lasciarsi travolgere dall'ansia e a dividere il lavoro in blocchi: i risultati sono assicurati.