Gli squishy sono gadget soffici che al tatto ricordano quasi un morbida spugna, sono realizzati con una speciale pasta chimica che prima di raffreddarsi risulta molle. Possono essere dotati di magneti o di laccetti, così da essere usati come calamite o come portachiavi. Letteralmente il termine Squishy significa "appiccicoso, molliccio" e fa riferimento alla consistenza di questi particolari gadget, che possono essere più duri o morbidissimi e più piacevoli al tatto, questi ultimi vengono chiamati "slow rising".

La cosa particolare è che possono essere piegati e "torturati" ma torneranno sempre alla loro forma originali. Nella maggior parte dei casi, però, diventano semplicemente degli oggetti da collezione. In Giappone, in Cina e nei paesi orientali vanno a ruba, tanto che tutti ne posseggono almeno uno, mentre in Italia non sono ancora molto conosciuti. A giudicare però dai video e dalle foto che circolano sul web anche nel nostro paese il trend si sta diffondendo a macchia d'olio.

Dai Pokemon ai panda, ecco tutte le forme degli squishy

Gli squishy sono nati in Cina e in Giappone come semplici antistress morbidi dall'aspetto tenero e realistico ma, negli ultimi tempi, si stanno diffondendo anche nel resto del mondo. Sono diventati così amati e ricercati non solo perché possono essere strizzati all'infinito, permettendo di scaricare la tensione, ma soprattutto per il loro aspetto "puccioso", cioè tenero e dolce. Quelli che riproducono il cibo, in particolare, sono così perfetti che potrebbero essere tranquillamente scambiati per delle torte, dei gelati e dei muffin veri e propri. Non è un caso che spesso sull'etichetta sia specificato "Non mangiare". Spesso hanno un profumo intenso e piacevole, che fa venire ancora più voglia di stringerli tra le proprie mani.

Gli squishy possono avere le fattezze di ciambelle, cupcakes, panini, biscotti Oreo, toast, fragole e fette di torta, ci sono poi gli squishy che riprendono le forme dolci animaletti cartoon, come panda, Hello Kitty, Pokemon o Rilakkuma, un dolce orsetto molto famoso in Oriente. Gli squishy non hanno tutti la stessa consistenza, quest'ultima cambia a seconda della spugna utilizzata per realizzarli tutti, essendo morbidi al tatto ed estremamente malleabili, spesso vengono usati anche come antistress.

Su YouTube e Instagram spopolano gli squishy

Basta navigare sul web per capire che sono centinaia le persone che vanno alla ricerca continua di nuovi modelli da stritolare. Ormai gli squishy sono diventati veri e propri "oggetti del desiderio", gadget da collezionare e curare con attenzione,  tanto che alcuni preferiscono non rimuoverli dall'involucro in cui vengono venduti pur di non rovinarli e pur di conservare intatte le custodie in plastica. Tra Instagram e YouTube, si possono trovare anche numerosissime blogger che mostrano la loro collezione, fanno esperimenti e realizzano tutorial, guadagnando milioni di visualizzazioni in poche ore.

Tra le più famose, Purplebabana25 e le italiane Lady Giorgia e ErikaKawaii, che amano caricare video di ogni tipo per dare a tutti i loro consigli, rivelando i difetti dei vari squishy e i segreti per "accaparrarsi" quelli perfetti. Quello che tutti si chiedono è per quale motivo possederli è diventata una vera e propria mania?  Gli squishy sono così teneri che potrebbero essere strizzati e "torturati" per ore senza mai smettere. Tutti quelli che ne posseggono almeno uno conosceranno sicuramente il piacere che si prova facendolo, è un gesto che arriva a creare dipendenza. Chi non viene travolto dal desiderio di "squishare" questi piccoli e dolci gadget, semplicemente guardando i video caricati sul web?

Slow Rising: come farli tornare alla loro forma

Il termine inglese "Slow Rising" letteralmente significa “crescita lenta” e fa riferimento a quegli squishy morbidi che impiegano più tempo a ritornare alla forma originale e che sono più piacevoli al tatto. In molti amano fare degli esperimenti particolari sui loro squishy, così da renderli più soffici e malleabili. Uno tra i più gettonati è mettere in frigo per una trentina di minuti le spugnette dalle forme particolari per capire cosa succede. Il risultato è molto particolare: quelli morbidissimi non cambiano affatto, mentre quelli più duri diventano slow rising, cioè più malleabili, tanto che impiegano diversi minuti prima di ritornare alla loro forma originale. L'unico inconveniente? Quelli di pessima qualità potrebbero creparsi o, addirittura, non recuperare più la loro forma originale. In tutti gli altri casi, basta non toccarli per qualche minuto per farli ritornare come prima.

Squishy: dove comprarli in Italia

Collezionare squishy è ormai diventata una vera e propria mania in diverse parti del mondo e sono moltissimi quelli che vanno alla ricerca degli antistress dalle forme più bizzarre e particolari. Possono essere acquistati su siti di shopping online famosi come eBay, Etsy o Amazon, dove basta cliccare la parola "Squishy" per trovarne di ogni tipo, da quelli piccoli dal valore di pochi euro, fino ad arrivare a quelli più ricercati che riproducono le sembianze di personaggi dei cartoni animati, che arrivano a superare i 100 euro. In Italia è molto difficile trovarli, di solito vengono venduti nei negozi cinesi oppure negli stand che vengono allestiti alle fiere dei fumetti, come il Comicon di Napoli, il Romics di Roma o il Cartoomincs di Milano, che importano i prodotti direttamente dal Giappone. Sono molti però i privati che creano dei profili social che propongono e mettono in vendita una vasta varietà di squishy, indicando il prezzo preciso di ogni prodotto e mostrando quanto sono duttili al tatto con dei brevi video.

I siti migliori per acquistare squishy online

Naturalmente, esistono anche dei siti specializzati nella produzione di squishy che attirano l'attenzione di utenti provenienti da tutto il mondo. Il più famoso è l'australiano "CreamiiCandy.com", sul quale è possibile acquistare antistress in limited edition, dalle forma introvabili sui comuni siti di shopping online o addirittura "griffati", di marchi come Disney, Sanrio, Puni Maru, Chawa, Breadou, Jdream. I prezzi vengono indicati nella valuta locale, il dollaro australiano, pari a circa 0.60 euro, e partono da circa 8 dollari, fino a superare i 50 dollari, praticamente da circa 6 a 35 euro, a cui devono essere aggiunte le tasse doganali. Gli squishy possono essere pagati con PayPal, carta di credito, contanti, bonifico bancario e vengono spediti in ogni parte del mondo, anche se bisogna aspettare due mesi prima di lamentarsi di possibili ritardi nella consegna. Un altro famoso sito internazionale dove è possibile trovare squishy di ogni tipo è Alibaba.com, che ha dei prezzi perfetti per tutte le tasche.

Yummiibear merman's seashell collection

A post shared by Creamiicandy (@creamiicandy) on

I marchi più famosi

Anche nel mondo degli squishy esistono i prodotti originali e quelli "tarocchi", che imitano quelli di marca, utilizzando dei materiali di scarsa qualità e che variano leggermente nel colore e nella forma. Tra gli squishy di marca, i più famosi sono quelli prodotti dalla Sanrio, che decorano ogni torta, ciambella o gadget con il personaggio simbolo del brand, Hello Kitty. Anche la Disney produce moltissimi squishy soffici che riproducono le sembianze dei protagonisti dei suoi cartoni. YummiiBear, Puni Maru, Ibloom, Cutiecreative, Chawa, Cafe de N e Breadou, sono solo altri dei marchi famosi che producono gli squishy più iconici al mondo, ricercatissimi su tutto il web. Attenzione però: per evitare di andare incontro a truffe, è consigliabile rivolgersi a dei rivenditori ufficiali, così che il prodotto acquistato sia garantito e originale.

Come creare gli squishy in casa

Gli squishy possono essere realizzati anche in casa, anche se il procedimento richiede l'uso di prodotti difficilmente reperibili. L'elemento base per crearli è infatti la schiuma poliuretanica morbida che, una volta polimerizzata, diventa morbida. I marchi maggiormente consigliati sul web sono Espak soft e Fil soft. Prima di procedere con la preparazione degli antistress, è necessario leggere bene le possibili controindicazioni, così da prendere tutte le precauzioni necessarie per non mettere in pericolo la propria salute.

A questo punto si può cominciare: la schiuma deve essere versata in una formina che riproduce le sembianze dell'oggetto che si vuole creare. Per colorarla, bisogna utilizzare della polvere di gessetti colorati, mescolarla al composto e lasciare quest'ultimo a riposare per almeno un'oretta. Si noterà che il liquido comincerà a solidificarsi e a crescere, fino ad assumere la forma desiderata. Una volta asciugato, non sarà più appiccicoso e si potrà estrarre dalla formina. A questo punto, si avrà un perfetto squishy colorato. In molti, consigliano di aggiungere della schiuma da barba al composto, così da rendere gli antistess più slow rising. In verità, gli squishy diventano solo più morbidi e si crepano con più facilità.