Rebecca O’Brien ha 26 anni e nel 2012 la sua vita è cambiata. In quell’anno ha infatti conosciuto Rempesa Ole Kirkoya, un uomo di 40 anni che, insieme al gruppo di guerrieri Masai a cui appartiene, aveva partecipato ad uno spettacolo al Teatro Maddermarket di Norwich.

Fin dal primo momento è scoccata la scintilla, Rebecca si è innamorata di lui e non l’ha più lasciato. Lo ha sposato, si è trasferita a più di 11.000 km di distanza ed ha cominciato uno nuova vita in Kenya. “Ho pensato di fare un viaggio di nove settimane ma poi sono rimasta affascinata dalla cultura Masai”, ha spiegato la donna. Rempesa, però, era già sposato con un’altra donna, Joyce, visto che nella sua tribù la poligamia è consentita. Anche se all’inizio è stato difficile accettarlo, dopo è stata la stessa Joyce a spiegarle che il suo era solo un rapporto platonico e che non poteva essere più felice del fatto che il marito avesse trovato una seconda moglie simile.

Per 3 anni, i due sono stati insieme senza problemi ma presto Rebecca ha dovuto affrontare una vera e propria tragedia. La figlia è morta a sole 6 settimane di vita e la cosa l’ha mandata in tilt. A consolarla, il figlio maggiore di suo marito, Lorenzo,  un ragazzo di 19 anni per il quale presto ha perso la testa. i due hanno cominciato ad avere rapporti sessuali ed oggi hanno addirittura un bambino, Kito. Andando ancora a scuola, il ragazzo non riesce a sostenere delle spese economiche simili. E’ proprio per assicurare le cure migliori al piccolo che Rebecca ha deciso di tornare di nuovo in Gran Bretagna, mentre il padre è rimasto in Kenya. La cosa più assurda è che il ragazzo la vede più come una mamma che come una possibile compagna. Per il momento, i due sono lontani ma sperano di rivedersi presto, così da stare per sempre insieme.