Alysia Montano è una nota mezzofondista statunitense, ha 31 anni ed è mamma di un bambino di 3 anni. Di recente ha lasciato tutti senza parole dopo aver partecipato ai Campionati americani di Atletica Leggera. Il motivo? Nonostante sia al quinto mese di gravidanza, ha voluto ugualmente prendere parte alla gara. Ha corso velocissima con il grosso pancione in vista ed è arrivata al traguardo solo 19 secondi dopo la vincitrice degli 800 metri. La sua impresa è stata decisamente impressionante, anche perché ha battuto il suo record del 2014, quando ha percorso la stessa distanza in 2 minuti, 32 secondi e 40 centesimi all'ottavo mese della dolce attesa.

Poco dopo aver preso parte alla gara, ha rassicurato tutti sulle sue condizioni di salute e ha voluto spiegare cosa significa per lei essere mamma. Sul profilo Instagram ha condiviso infatti una foto con il suo bambino tra le braccia e il pancione in primo piano e nella didascalia ha scritto:

La mia missione come madre, figlia, sorella, amica e come essere umano è lottare per il bene e il potenziamento degli altri. Spero che un giorno i miei figli possano guardare il mondo attraverso una lente piena di gentilezza, compassione, speranza, potere. Spero che quando i miei figli penseranno a me nel loro futuro mi vedranno come esempio di coraggio e che non pensino solo "Forte come la mamma". Potrebbero rendersi conto delle loro capacità e pensare "Più forte di mamma".

Insomma, Alysia vuole essere la Wonder Woman di colore del mondo dell'atletica, come dimostra dal completino sportivo che ha indossato durante la gara, decorato proprio con il viso dell'eroina dall'incredibile forza del noto fumetto. La mamma incinta ha si è voluta mettere alla prova, così da cominciare un nuovo viaggio e da capire quali sono i suoi limiti.

Alysia, un esempio di forza per le mamme di tutto il mondo

Alysia non è stata solo la protagonista di una spettacolare impresa nel mondo dell'atletica ma è diventata anche un modello da seguire per le mamme di tutto il mondo. Anche se ha il pancione, non ha avuto paura di sfidare se stessa e di osare, naturalmente seguendo una serie di accorgimenti per non mettere in pericolo la sua salute e quella del piccolo. Alla fine, però, è riuscita a sfoderare tutta la sua forza e oggi non potrebbe sentirsi più felice. L'obiettivo ora è dimostrare alle donne incinta che non bisogna lasciarsi andare e darsi alla vita passiva solo perché si ha il pancione: si può rimanere attive e dinamiche anche durante la dolce attesa e, quando si riescono a raggiungere e a superare i propri scopi, si prova una soddisfazione immensa.