Shenee Sopp è una ragazza australiana di 18 anni ed è affetta da nanismo. E’ alta solo 117 cm e la cosa le provoca non pochi disagi, soprattutto perché ogni volta che esce di casa viene insultata, le vengono scattate delle foto e scatena le risate di persone inopportune. E’ proprio per educare la gente a comportarsi nel modo giusto con le persone di bassa statura come lei che ha creato un canale YouTube sul quale carica dei suoi video.

Shenee ha spiegato che può condurre una vita normale e che può fare di tutto proprio come i suoi coetanei, dal guidare all’avere figli, le basta utilizzare gli strumenti giusti. “Ho voluto mostrare la mia consapevolezza, fare video e parlare a tutti quelli che non capiscono che le persone come me sono assolutamente normali”, ha spiegato la ragazza, stanca di dover spiegare a tutti cosa significa convivere con il nanismo. Spesso le è capitato di trovarsi di fronte a genitori che dicevano ai figli di non guardarla perché era una persona “malata” e, naturalmente, la cosa l'ha offesa non poco.

Per fortuna, però, è riuscita a trovare la sua strada e ad essere felice. Durante un viaggio a Bali, ha incontrato il suo attuale fidanzato, anche lui affetto da nanismo, e ha capito che sono gli australiani a essere razzisti e inopportuni nei confronti di quelli come lei. Oggi, Shenee afferma con fermezza che i balinesi sono molto più aperti ed evoluti poiché la trattano come una persona normale e non come una “diversa”. La sua speranza è che presto tutti riescano a vederla come una ragazza normale e non semplicemente come una nana.