Le modelle di fama internazionale sono famose per avere le gambe lunghissime, tanto da riuscire a calcare un’intera passerella in poche falcate. Mary Russel è però diversa dalle sue colleghe, soffre di nanismo, è alta circa 121 cm ma, nonostante ciò, è riuscita a fare carriera nel fashion system. E' stata definita infatti la modella più piccola della Gran Bretagna.

Ha 47 anni e per tutta la sua vita non ha mai perso le speranze di realizzare il suo sogno, debuttare nel mondo della moda. Rispetto alle persone “normali”, per lei ogni cosa è più complessa, dal fare la spesa a prelevare i soldi al bancomat, fino ad arrivare all’ordinare un drink al bar. E' chiaro dunque per quale motivo consideri un traguardo l'essere riuscita a debuttare in passerella. La donna ha deciso di non farsi rovinare la vita dalla diversità: non si è fatta prendere dal panico e ha affrontato tutto con positività, come se fosse una sfida, ed è proprio in questo modo che ha trovato il coraggio di realizzare i suoi desideri.

Quando lavoro con i modelli di altre parti del mondo, hanno sempre strane reazioni. Tutti si fermano a guardarmi increduli, li capisco, sono diversa”, ha spiegato Mary. Al di là del nanismo, sa bene che può lavorare con i suoi colleghi senza problemi e senza essere discriminata. Il consiglio che dà alle persone come lei è di lanciarsi in un’esperienza come la sua, così da mettersi in gioco e da recuperare la fiducia in se stessi. Diventare modella l’ha aiutata a sentirsi accettata e a non comportarsi più come una persona “diversa”.