I lunchbox, ovvero i cestini per il pranzo in plastica, sono utilizzatissimi in tutto il mondo soprattutto dai bambini che portano il cibo preparato dalle loro mamme a scuola. Il più delle volte, però, potrebbero nascondere dei dettagli pericolosi e inquietanti anche quando vengono lavati e disinfettati regolarmente dopo ogni utilizzo. Hanno degli scomparti sigillati e, a meno che non vengano smontati totalmente a ogni lavaggio, vanno incontro all'accumulo di germi e batteri.

E' proprio quanto rivelato da una mamma neozelandese, che ha pensato bene di condividere sui social un post davvero sconvolgente. Ha sempre riempito i lunchbox dei figli con degli spuntini, non facendo caso alla parte posteriore sigillata del cestino ma, nel momento il cui ha smontato il tutto, ha fatto una scoperta terribile: era infestata di muffa e avrebbe potuto mettere a rischio la salute dei piccoli.

Ha poi utilizzato Facebook per mettere in guardia i genitori di tutto il mondo, in maniera tale che controllino quelle custodie per cibo con attenzione. Nella didascalia ha scritto: "Questo è quello che ho trovato, sono assolutamente inorridita. Sto male al pensiero che i miei figli abbiano pranzato con cibi conservati qui dentro". Il consiglio che dà è di fare attenzione, di lavare i lunchbox ogni giorno, smontandoli e lasciandoli asciugare completamente, in maniera tale da evitare la formazione di muffa. La speranza è che le aziende che li producono non utilizzino più delle sezioni sigillate, così da dare alle mamme l'opportunità di disinfettarli in ogni loro parte con facilità.