Siete sicure di indossare la biancheria giusta in ogni occasione? Probabilmente vi sbagliate. Il più delle volte, infatti, la lingerie può mettere a serio rischio la salute delle vostre parti intime. Anche se i tanga, i perizomi e i reggiseni super push-up fanno sentire tutte noi più sexy e sicure, non sono sempre l'ideale, soprattutto quando si va a dormire o quando si passano intere giornate fuori casa. Ecco quali sono gli errori che si commettono più spesso con la lingerie.

1. Indossare solo slip sintetici o in pizzo – Anche se gli slip in pizzo e in raso sono quelli più sexy, vengono realizzati con tessuti sintetici che impediscono alle parti intime di "respirare". L'umidità che si crea naturalmente in quelle zone del corpo resta intrappolata, favorendo la comparsa di infezioni batteriche. L'unico rimedio utile? Indossare delle mutande di cotone.

2. Portare solo tanga – Il tanga è in assoluto il modello di slip più sexy e più amato dagli uomini ma dovrebbe essere indossato il meno possibile. Il motivo? Il minuscolo lembo di tessuto che lega la parte anteriore a quella posteriore si riempie di batteri intestinali che invadono con una certa facilità la vagina. Quando si indossano spesso mutande del genere, si va facilmente incontro a fastidiose infezioni.

3. Usare l'intimo sintetico durante la notte – Durante la notte è necessario evitare l'intimo sintetico che non favorisce la traspirazione poiché aumenta la possibilità di andare incontro a infezioni. Il rimedio ideale? Indossare solo i pantaloni del pigiama o al massimo degli slip di cotone.

4. Scegliere un reggiseno troppo stretto – Indossare un reggiseno stretto non è solo una delle cose meno desiderabili al mondo, visto che è scomodo e che lascia moltissimi segni sulla pelle ma è anche pericoloso. Si espongono determinate zone del corpo a continui sfregamenti, che favoriscono l'insorgere di irritazioni. Naturalmente la cosa vale anche per gli slip che non sono della propria taglia.

5. Non gettare le mutande vecchie – E' inutile negarlo, tutte hanno delle mutande che indossano con una certa frequenza perché comode e confortevoli ma in poche sanno che dovrebbero essere buttate quando cominciano a rovinarsi per non mettere a rischio la propria salute. Quando l'elastico comincia ad allargarsi e a non stare più al suo posto, anche le altre parti dello slip non aderiscono perfettamente al corpo. Le conseguenze? Una sensazione di disagio e la possibilità di andare incontro a fastidiosi sfregamenti.