Simonetta Wenkert oggi ha 50 anni e porta i suoi stupendi capelli grigi con disinvoltura e classe ma la sua è stata una vera e propria "battaglia": la donna infatti amava i suoi capelli castani e, nonostante il marito apprezzasse il fatto che i suoi capelli stessero diventando grigi, lei non ne voleva sapere.

La chioma grigia era sinonimo di vecchiaia e significava essere una donna trasandata e poco curata. Per questo motivo ogni mese si recava dal suo parrucchiere di fiducia per ottenere il suo colore perfetto: fin da giovane i suoi capelli sono stati meravigliosi; lunghi, fluenti, con dei perfetti boccoli e soprattutto castani. Invecchiando e con la comparsa dei primi capelli bianchi Simonetta è ricorsa immediatamente alla tinta, anche se il trattamento costava 100£ ad ogni seduta. Nella sua famiglia i capelli bianchi in giovane età erano genetici: il nonno paterno infatti aveva iniziato ad avere i capelli bianchi a soli trent'anni, e la zia di Simonetta aveva colpito l'attenzione del marito della giovane donna, Avi, per la sua chioma argentata.

Per Simonetta però si trattava di un incubo: a un certo punto della sua vita però, la ricrescita ha iniziato ad essere impegnativa. Ogni due settimane doveva andare dal parrucchiere per sistemare il colore alle radici, e avere i capelli del suo colore naturale diventava costoso, oltre che dannoso per la sua chioma, che aveva perso la naturale brillantezza e stava diventando crespa e secca. Simonetta ha così preso una decisione difficile, incoraggiata e sostenuta dal marito e ha smesso di tingersi i capelli. Il primo periodo è stato molto duro: la ricrescita bianca la faceva sentire trasandata e a disagio, e molti dei suoi familiari, compresa la mamma e il figlio più piccolo, non apprezzavano il nuovo look. Oggi però, la nuova chioma di Simonetta la rende elegante e la sua paura di sembrare vecchia per via del suo colore di capelli è stata del tutto sconfitta: moltissime persone infatti, pensano che sembri più giovane con il nuovo look.