Emily Lauren è una fotografa dell’Ontario, in Canada, e il suo obiettivo è cambiare il modo in cui il mondo vede i corpi femminili. Ha immortalato più di 40 donne comuni e “reali” in slip e reggiseno, non ha ritoccato nessuno degli scatti e, così facendo, ha tentato di promuovere un messaggio positivo. Sempre più spesso si vedono ragazze giovanissime che, per la voglia di raggiungere un ideale di bellezza irreale, finiscono per soffrire di gravi disturbi alimentari che stravolgono completamente il loro corpo e la cosa è diventata inaccettabile.

Emily ha voluto raccogliere tutte le immagini in un libro intitolato “Ragazza media: una guida per amare il corpo”,  la cui lettura è consigliata a tutte coloro che non si accettano così come sono perché "grasse" o con qualche imperfezione. “Invece di concentrarmi su ciò che le donne devono fare per ‘migliorare' i loro corpi, voglio dimostrare che siamo bellissime così come siamo”, ha dichiarato la fotografa. L’idea del progetto è nata diversi anni fa, quando Emily lavorava ancora come marketing manager. Ha infatti cominciato a fotografare donne di ogni forma e dimensione, così da dimostrare a tutte che si può essere bellissime a prescindere dal proprio corpo.

Per il momento, il libro non è stato ancora lanciato sul mercato, Emily ha infatti creato solo una campagna di raccolta fondi su Kickstarter per trovare il denaro necessario a produrlo e spera di raggiungere il prima possibile il suo obiettivo. E' arrivato il momento di rivoluzionare i modelli di bellezza comunemente accettati e per farlo c'è bisogno delle donne "comuni", meravigliose anche con le loro piccole imperfezioni.